Scuola e imprese insieme per il “Bake off San Paolo”

bake-off-san-paolo2

SORRENTO. Un confronto tra istituzione scolastica e mondo del lavoro per potenziare l’offerta formativa e, soprattutto per forgiare giovani preparati. “Bake off San Paolo”: a Sorrento un’interessante iniziativa dell’Istituto polispecialistico San Paolo per promuovere un indirizzo particolarmente legato alla tradizione turistica della città, quello enogastronomico. Cucina alberghiera e ristorazione puntando soprattutto sulla qualità: niente corsi superaffollati, dunque, ma una preparazione mirata per standard qualitativi alti come sono quelli del turismo in penisola sorrentina.

bake-off-san-paolo

E così, su iniziativa della preside, Rosa Cirillo, coadiuvata dal Comitato tecnico scientifico dell’Istituto San Paolo, si sono travati di fronte a discutere della scuola di oggi e di domani alunni, docenti e imprenditori. Un’occasione di confronto ma anche di sviluppo: non a caso all’evento hanno partecipato con il presidente di Federalberghi, Costanzo Iaccarino, numerosi albergatori e ristoratori che operano in tutta l’area sorrentina. E poi gli amministratori comunali: il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, quello di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero; quello di Meta, Giuseppe Tito. E ancora, l’assessore al Turismo del Comune di Sant’Agnello, Giuseppe Gargiulo ed il suo omologo di Massa Lubrense, Donato Iaccarino.

Proprio il sindaco Cuomo ha sottolineato l’interesse della città per una iniziativa che mira a trattenere i giovani e ad indirizzarli verso il comparto di riferimento del territorio, il turismo enogastronomico, appunto. Non ha fatto mancare il suo apporto l’ex presidente della Provincia di Napoli, Rosellina Russo: nel suo intervento ha anche ricordato l’importanza della gastronomia legata al territorio.

Particolarmente interessati all’iniziativa e alla conoscenza dei nuovi corsi formativi anche i rappresentati del Guide Centre di Sorrento e l’Associazione Cuochi della penisola sorrentina.

“Bake off San Paolo”, come ha chiarito la preside Cirillo “è solo il primo appuntamento. L’interesse suscitato dall’iniziativa, che è stata accolta in maniera entusiastica da tutti i partecipanti, avrà sicuramente un seguito e nuove occasioni di collaborazione tra la scuola e imprese. Una sorta di consulta permanente tra quanti si adoperano per migliorare l’offerta formativa e le strutture da mettere a disposizione dei giovani per aiutarli in modo concreto a dare il loro contributo al futuro turistico della penisola sorrentina”.