Capri Watch, fashion accessories

Scongiurato il rischio dei treni Eav a velocità ridotta

circum1

Non scatteranno dal prossimo primo luglio le temute limitazioni alla velocità dei treni come ipotizzato dalla stessa Eav. I convogli continueranno a viaggiare a 70 o 90 chilometri orari, tranne che sulla tratta Napoli-San Giorgio via Poggioreale, 24 chilometri appena, dove il limite imposto è di 50 km/h per la presenza di un solo macchinista.

Dal primo luglio, secondo la nuova normativa, i treni della Circumvesuviana avrebbero dovuto viaggiare sempre a 50 chilometri all’ora, a causa del mancato adeguamento della rete alle nuove regole imposte dall’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie. Modalità che avrebbe portato ad un taglio del 30 per cento delle corse e, quindi, ulteriori disservizi per i viaggiatori.

Invece l’ordine di servizio diramato ieri conferma la massima velocità di circolazione dei treni a 90 chilometri all’ora, in presenza del capotreno, oltre al macchinista. Soltanto quando il macchinista è solo al volante, la normativa impone di viaggiare a 50 chilometri orari.

“La velocità massima della linea è confermata a 90 km orari – si legge nell’ordine di servizio – salvo eventuali limitazioni più restrittive di velocità notificate secondo le modalità regolamentari in vigore. Qualora fosse necessaria, durante la marcia del treno, la presenza del capotreno in altra parte del convoglio la velocità massima dovrà essere limitata a 50 km/h, salvo eventuali limitazioni più restrittive di velocità notificate secondo le modalità regolamentari in vigore”.