Scomparsa la statua di Sant’Agnello dall’omonima piazza

piazza-santagnello

SANT’AGNELLO. La statua che riproduce le sembianze di Sant’Agnello è stata rimossa dall’omonima piazza. Una sorpresa per i cittadini ed anche per quanti percorrono il corso Italia, che negli ultimi giorni hanno notato l’assenza della statua. Qualcuno ha anche temuto che la scultura fosse stata portata via definitivamente. Per fortuna non è così. Il monumento del Santo patrono del Comune costiero è stato spostato solo per il tempo necessario a consentire il restyling dell’area. Al momento è custodito nella vicina chiesa patronale. Ieri il via al restauro, autorizzato dalla Soprintendenza, a cura del maestro Andrea Porzio, lo stesso che ha curato l’intervento di restauro sulla statua di Sant’Antonino in piazza Tasso a Sorrento. Una volta ripristinato l’originale stato, la statua sarà riposizionata nella collocazione originaria, sulla facciata del palazzo ubicato nella stessa piazza, da cui era stata spostata nel lontano 1960.

Gli interventi di restyling di piazza Sant’Agnello, iniziati tre mesi fa, sono stati ultimati con un mese di anticipo per dare respiro alle attività commerciali che potranno così beneficiare di un’area rinnovata e arredata con panchine ed aiuole in concomitanza con l’avvio della stagione turistica. Rimane da completare il sagrato. Ma l’amministrazione comunale, d’intesa con il parroco don Natale Pane, ha deciso di posticipare la ripresa dei lavori al prossimo 16 settembre, per consentire lo svolgimento ordinato di importanti funzioni religiose come il Corpus Domini con la tradizionale infiorata, le prime comunioni e decine di matrimoni. “È un primo passo per la restituzione di un’area simbolo della nostra comunità all’uso pubblico in una veste che ne esalta la bellezza e l’armonia” spiega il sindaco Piergiorgio Sagristani.