Sasso contro la cabina di guida di un treno della Circum

Circum-notte

Solo questa mattina abbiamo pubblicato un articolo sulla discriminazione nei confronti degli studenti della costiera sorrentina ai quali non è concessa la possibilità di sottoscrivere gli abbonamenti gratuiti con le compagnie di navigazione che operano nel golfo di Napoli (per l’articolo clicca qui). Una decisione motivata dalla Regione con la presenza del servizio alternativo offerto dai treni della Circumvesuviana. I ragazzi, però, lamentano che i vagoni dell’Eav sono spesso pieni come scatole di sardine, senza dimenticare i ritardi e le soppressioni delle corse e, soprattutto, i problemi di sicurezza sui convogli e presso le stazioni.

La conferma di ciò arriva a stretto giro. È stata diffusa oggi, infatti, la notizia di una nuova sassaiola contro un treno in transito lungo le linee della Circum. Episodio che si è verificato venerdì sera nei pressi della stazione di Poggiomarino. Ad essere colpita è stata la cabina di guida: il macchinista è sobbalzato, proprio mentre il convoglio si apprestava ad entrare nello scalo ferroviario. La cabina è protetta da un vetro piuttosto resistente: la pietra lo ha scheggiato ma non lo ha rotto. Se fosse successo, poteva essere una tragedia.

La sassaiola, quindi, conferma ancora una volta, nel caso ce ne fosse bisogno, i rischi che si corrono nel viaggiare con i treni della Circum. A questo punto ci possiamo solo chiedere: Come dare torto agli universitari della penisola sorrentina che chiedono le agevolazioni per gli abbonamenti gratuiti con le compagnie di navigazione del golfo perché ritengono pericoloso salire sui convogli dell’Eav?