Capri Watch - Fashion Accessories

Sassi contro i treni della Circum, arrivano le reti

sasso-treno-circum1

Le linee ferroviarie della Circum sempre più nel mirino dei teppisti. Uno studio realizzato dalla stessa azienda mette in evidenza che nel corso del 2016 gli atti vandalici sono stati ben 928, aumentati del 41% rispetto a quelli rilevati nell’anno precedente (657). In particolare, i casi di lancio di sassi o di altri oggetti contro i convogli in viaggio sono stati 95, con un incremento del 19% rispetto a quelli rilevati nel 2015 (80).

In 86 occasioni sono stati commessi di pomeriggio o sera, 8 volte di mattina e una volta nelle ore notturne. La linea più bersagliata è la Napoli-Sorrento oggetto 36 volte di raid, a seguire c’è la Napoli-Sarno con 17 casi, poi la Circumflegrra (13), la Torre Annunziata-Poggiomarino (10), la Napoli-Baiano (9), la Cumana (7), la Napoli-Piedimonte Matese (2), la Napoli-Benevento (1). Due le stazioni più colpite: Gianturco ed Ercolano Scavi, seguite da Torre del Greco, Torre Annunziata, Pompei Villa dei Misteri, Seiano, Somma Vesuviana, Flocco.

Nel tentativo di arginare il lancio di pietre contro i treni l’Eav sta realizzando opere infrastrutturali di protezione lungo la tratta Torre del Greco-Torre Annunziata, più esattamente nei pressi della stazione di Via del Monte. Una rete tra i binari e le campagne che circondano la linea ferrata che congiunge Napoli alla costiera sorrentina, insomma, che tuttavia non può essere alzata lungo tutte le linee. Mettere in gabbia l’intera tratta ferroviaria è impossibile.

Inoltre l’azienda sta valutando l’ipotesi di adottare nuove tecnologie oltre ad implementare quelle già esistenti. In azienda già funziona una applicazione per gli smartphone che consente di segnalare casi di violenza e il poliziotto virtuale che monitora le zone a rischio tramite le telecamere. Ora potrebbero arrivare anche i droni.