Sabato la presentazione del libro su Achille Lauro

libro-achille-lauro

Achille Lauro, da Sorrento la sfida di un imprenditore a tutto tondo: armatore, editore, uomo politico, dirigente sportivo. “Achille Lauro, il Comandante tradito”: il libro scritto da Corrado Ferlaino con Toni Iavarone verrà presentato sabato 18 aprile alle ore 18.30 nella Sala Carlo Di Leva dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Sorrento.
Con gli Autori, dopo il saluto del sindaco Giuseppe Cuomo, interverranno l’editore Roberto Mugavero di Minerva Edizioni, il giornalista Antonio Corbo, autore della prefazione del libro, il presidente dell’Associazione studi storici sorrentini, Nino Cuomo, il capitano del Sorrento della promozione in serie B, Antonio Fiorile. Modera Antonino Siniscalchi.

Achille Lauro, O’ Comandante, ovvero il politico, l’armatore, l’editore e il proprietario del Napoli visto e raccontato da vicino da Corrado Ferlaino che ha vissuto con lui gli anni della consacrazione e del declino, diventando a sua volta protagonista di una storia di calcio e di vita. Corrado Ferlaino, il presidente del Napoli degli scudetti e di Maradona, debutta come scrittore, e insieme con Toni Iavarone, rivisita la leggenda de “O’ Comandante”, con la curiosità di chi vuole svelarne i retroscena mai rivelati. E scoprire cosa c’è dietro la facciata di un’esperienza politica ed imprenditoriale che Napoli rischia di dimenticare. Achille Lauro è stato il primo sindaco metropolitano; il fondatore di un partito personale; creatore di una grande flotta navale, la più potente d’Europa; una grande esperienza editoriale attraverso “Il Roma” e la tv regionale Canale 21; e poi il Napoli, serbatoio di voti e passione. Il libro racconta anche il Lauro privato: la famiglia, le tante avventure romantiche e non, ed il tenero amore con la vera donna della sua vita, un nome fino ad oggi mai rivelato. Corrado Ferlaino alza finalmente il velo su Achille Lauro dove Napoli fa da sfondo a questo libro. Poi, le divagazioni sorrentine e massesi, tra il Sorrento Calcio e Villa Angelina.