Rubavano scooter utilizzando il figlio minore per non destare sospetti: arrestati due genitori dai carabinieri di Vico Equense

carab

VICO EQUENSE. Stamane i carabinieri di Vico Equense hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare, una in carcere ed una in regime di arresti domiciliari, nei confronti, di Vincenzo Magliulo, 34enne, e Annunziata Nappi, 24enne, entrambi di Torre del Greco, ritenuti responsabili del furto di un ciclomotore.

 Le indagini, avviate dai Carabinieri in seguito alla denuncia di furto di uno scooter avvenuto a Meta nell’agosto scorso, hanno permesso di ricostruire l’esatta dinamica del fatto grazie all’attento esame dei filmati dei vari sistemi di video sorveglianza presenti in penisola sorrentina.

Gli inquirenti, infatti, sono riusciti ad “inquadrare” con le registrazioni video i tre: padre, madre e il piccolo di 5 anni mentre si recavano, a bordo del proprio scooter a Meta. Lì sono stati nuovamente “beccati” dagli occhi elettronici, mentre forzavano il motorino e lo portavano via: la mamma guidava il ciclomotore rubato ed il padre che la seguiva sul proprio scooter con il figlio minore a bordo.

Il modus operandi della coppia era semplice quanto ingegnoso: al fine di evitare possibili controlli da parte delle pattuglie delle forze dell’ordine sulla via di fuga, portavano con loro il figlio di cinque anni, in modo da non destare assolutamente sospetti e potersi allontanare dalla penisola senza problemi.

Inoltre, i carabinieri hanno sottoposto a sequestro preventivo il motociclo di proprietà della donna usato per commettere il reato.

RIPRODUZIONE RISERVATA