Capri Watch, fashion accessories

Ristorante abusivo a Marina Grande, ordinata la chiusura

sorrento_marina_grande

SORRENTO. Svolgeva l’attività di ristorante benché fosse privo di autorizzazione. E’ quanto accertato dagli agenti della polizia municipale durante un sopralluogo effettuato lo scorso 3 maggio presso l’esercizio artigianale – settore alimentare – che sorge in via Marina Grande 25, di cui è titolare la società Portamarina di Esposito Anna & C snc.

Nel corso dell’ispezione è stata accertata la violazione della normativa in quanto veniva esercitata “attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande tipo A (ristorante) in assenza di preventiva Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia) e dei requisiti minimi essenziali, occupando, anche, “sine titulo” suolo pubblico allestito come area di somministrazione esterna”.

All’attività viene contestata anche la “somministrazione di alimenti e bevande senza il prescritto titolo abilitativo con tavoli e sedie abbinati, stoviglie non monouso, servizio assistito ai tavoli, anziché il mero consumo sul posto come
dichiarato nella Scia presentata pil 10 aprile 2017”.

In base q quanto rilevato dai caschi bianchi il dirigente del settore Commercio del Comune di Sorrento, Donato Sarno, ha ordinato “la cessazione immediata dell’attività di ristorazione con somministrazione di alimenti bevande di tipo “A” esercitata nel locale di via Marina Grande n. 25 e su suolo pubblico in assenza di autorizzazione o Scia”.

In caso di inottemperanza lo stesso Sarno avverte che “si procederà all’adozione di provvedimento finalizzato alla inibizione anche dell’attività di produzione di prodotti di gastronomia, valendo l’ordinanza quale avvio di procedimento amministrativo ai sensi di legge”, con conseguente denuncia penale e chiusura forzata dell’attività.