Rischio di frane ed incendi, il sindaco ordina le verifiche

incendio-sorrentopress

SORRENTO. Lo scorso 25 agosto la zona de La Solara, presso i Bagni della Regina Giovanna, è stata interessata da un vasto incendio. In seguito  il comando provinciale dei vigili del fuoco ha inviato una nota al Comune di Sorrento segnalando “l’urgenza di azioni preventive nei confronti del persistente rischio di roghi nella zona e di una verifica delle caratteristiche di stabilità del terreno interessato dalle fiamme”.

In base alla segnalazione dei pompieri, quindi, il sindaco Giuseppe Cuomo, ha emanato un’ordinanza con la quale impone all’amministratore della società proprietaria del fondo “di provvedere alla verifica delle condizioni di stabilità del terreno interessato dall’incendio, procedere alla bonifica dell’area percorsa dal fuoco mediante la rimozione della vegetazione distrutta e di quant’altro potrebbe potenzialmente favorire il facile innesco di nuovi incendi con grave pericolo per la pubblica e privata incolumità, nonché di attivare, per l’intero fondo, ogni utile e necessaria azione atta a prevenire il rischio di ulteriori analoghi rovinosi eventi”.

Dovranno, inoltre, essere nominati un geologo ed un agronomo incaricati rispettivamente della verifica delle
condizioni di stabilità del suolo e delle operazioni di bonifica, così come deve essere individuata l’impresa incaricata all’esecuzione dell’intervento.

Ad ultimazione della verifica, da portare a termine entro e non oltre 10 giorni dalla data di notifica del provvedimento, dovrà essere esibita agli uffici comunali la relazione a firma del geologo in merito ai risultati delle indagini fatte e dei lavori ritenuti eventualmente necessari per eliminare ogni pericolo per la pubblica e privata incolumità. Nel caso si prevedano interventi la relazione dovrà essere corredata anche dalla documentazione tecnica circa i lavori programmati.

Anche l’intervento di bonifica dovrà essere ultimato entro 10 giorni, dopodiché l’agronomo avrà il compito di sottoscrivere una certificazione attestante la regolare esecuzione di quanto richiesto nell’ordinanza e la conseguente eliminazione delle condizioni di potenziale facile innesco di incendi, corredata da esauriente rilievo fotografico circa lo stato dei luoghi preesistente all’esecuzione dell’intervento e di quello successivo. Anche questa documentazione andrà trasmessa al Comune.