Rischio crollo al cimitero di Sorrento: scatta la traslazione dei feretri

Loculi pericolanti

SORRENTO. Bisogna spostare le salme dal nicchiario del cimitero di via San Renato per evitare il crollo di parte della struttura. E’ quanto dispone un’ordinanza emanata dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo. Il problema, come già emerso in passato, riguarda la cosiddetta “nuova zona B” dell’area cimiteriale cittadina. Un settore che negli ultimi tempi ha mostrato pericolosi segni di cedimento, tanto che ne è stata disposta l’interdizione all’accesso.

Negli ultimi tempi, però, sembra che la situazione si sia ulteriormente aggravata. L’amministrazione, quindi, ha deciso di correre ai ripari, disponendo la traslazione dei resti mortali dei defunti. Il provvedimento emanato dal primo cittadino di Sorrento stabilisce che “occorre necessariamente ed obbligatoriamente con somma urgenza procedere ad una ricollocazione in altre zone del cimitero di tutti i resti mortali dei defunti che riposano nelle nicchie della “zona B”, oggetto di dissesto”.

Il problema è che tocca ai congiunti predisporre il trasferimento delle salme. In sostanza l’ordinanza specifica che la traslazione deve essere eseguita dagli operai comunali addetti alla struttura di via San Renato, ma devono essere i parenti a reperire una nuova nicchia dove sistemare i resti dei loro cari defunti.