Rifiuti speciali sequestrati dai carabinieri in due fondi agricoli

rifiutispeciali

PIANO DI SORRENTO. Due persone denunciate e quintali di rifiuti posti sotto sequestro.

 

È il bilancio di un’operazione per la tutela ambientale attuata nelle ultime ore dai carabinieri dell’Aliquota operativa della compagnia di Sorrento, coordinati dal capitano Leonardo Colasuonno, congiuntamente a personale dell’Asl Napoli 3-Sud.

Nel corso dei controlli, in due fondi agricoli di via dei Tigli, a Piano di Sorrento, è stata rilevata la presenza di un serbatoio in ferro da 10mila litri, un cassone con impianto frigo per camion, ruote per mezzi pesanti o scavatrici, una batteria per camion, una piccola scavatrice, contenitori per contrappesi e tralicci per gru, elementi di impalcature, infissi in legno, lastre in gomma ed un compressore con motore.

Tutti i rifiuti sono stati sottoposti a sequestro, mentre due persone del posto che figurano come amministratori delle società proprietarie dei fondi sono state denunciate in stato di libertà per la violazione della normativa in materia di tutela ambientale.