Rifiuti speciali abbandonati in strada, “serve la vigilanza dei cittadini”

rifiuti-speciali

MASSA LUBRENSE. Negli ultimi tempi accade sempre più spesso che vengano individuati cumuli di rifiuti lungo le strade del vasto territorio comunale. In alcuni casi si tratta di materiali molto pericolosi per la salute come l’amianto. Un aumento di sversamento illeciti che sta destando molta preoccupazione nei residenti di Massa Lubrense. “L’abbandono su strade comunali di rifiuti speciali come eternit e guaina bituminosa (viapol) – commenta l’assessore all’Ambiente, Sonia Bernardo -, sta creando notevole apprensione e, soprattutto, aggravio di costi per le casse comunali: Si ricorda che l’abbandono dei rifiuti rappresenta pericolosi è un grave illecito amministrativo ed in certi casi reato penale”.

Il rinvenimento di questi materiali, a parte il discorso del grave danno ambientale, rappresenta anche un sacrificio per le casse comunali che si traduce, quindi, in maggiori costi per i contribuenti. “Le sacrosante richieste dei cittadini e l’impegno dell’amministrazione a lavorare a una scontistica sulle tariffe del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti- conferma Bernardo – sono sforzi che vengono vanificati dai costi notevolissimi per lo smaltimento dei rifiuti speciali abbandonati”.

Per questo viene richiesto un maggiore contributo della cittadinanza. “La Polizia Municipale – conclude l’assessore all’Ambiente di Massa Lubrense – ha elevato, nell’ultimo periodo, pesanti contravvenzioni, ma risulta indispensabile la collaborazione dei cittadini per il presidio e la difesa del territorio. Non è giusto che rifiuti privati abbandonati vengano purtroppo smaltiti con i soldi di tutti. Ci auguriamo, quindi, che con l’aiuto concreto dei cittadini si possa vincere questa sacrosanta battaglia e sconfiggere questa pratica incivile ed illegittima”.