Capri Watch, fashion accessories

Ricorso dei Vas contro la nuova stazione elettrica di Sorrento

centrale-elettrica-sorrento

SORRENTO. L’Associazione Verdi, Ambiente e Società onlus presenta un ricorso al Tar per bloccare la costruzione della nuova stazione elettrica che Terna sta realizzando in via San Renato, nell’area antistante il cimitero comunale.

L’avvocato del sodalizio guidato dal senatore Guido Pollice chiede al Tribunale amministrativo regionale della Campania di annullare, previa sospensione, la delibera del Consiglio comunale di Sorrento con la quale è stata approvata la convenzione per la realizzazione della nuova stazione elettrica e relativa interconnessione a 150 kV con la nuova stazione elettrica di Capri ed alla preesistente stazione di Lettere.

Il ricorso è stato notificato, oltre che al Comune di Sorrento, anche a Terna spa, la società che sta eseguendo le opere, ed al ministero per i Beni e le attività culturali.

L’intervento in corso prevede la realizzazione di una nuova stazione elettrica e di un elettrodotto invisibile di 19 km complessivi (circa 3 km terrestri e 16 km sottomarini) che collegheranno Sorrento all’isola di Capri. La stazione sarà realizzata con tecnologie all’avanguardia che permetteranno di minimizzarne l’impatto sul territorio.

Le apparecchiature elettromeccaniche, grazie alla tecnologia Gis (Gas-Insulated Substation), saranno inserite all’interno di un edificio a ridotto impatto sul suolo (l’ingombro sarà circa quattro volte inferiore rispetto a una stazione tradizionale) integrato all’ambiente circostante (le finiture e i colori saranno affini al contesto in cui si inserirà la nuova struttura).

Un’opera considerata strategica per la sicurezza della rete elettrica della penisola sorrentina, risalente agli anni ’60. L’intervento, una volta ultimato, consentirà di demolire oltre 3 km di linee aeree ad alta tensione e 10 vecchi tralicci in un’area di particolare pregio della città, oltre a 2 km di linee già demolite. Inoltre scomparirà la centrale di via Marziale e gli impianti che sorgono accanto alla scuola “Tasso” ed in mezzo ai palazzi di via degli Aranci. Una volta completati i lavori Terna cederà l’area antistante il cimitero al Comune per realizzare un parcheggio pubblico.