Revocato l’affidamento in prova, 33enne di Sorrento finisce in carcere

polizia-sorrento

SORRENTO. Aveva ottenuto i benefici dell’affidamento in prova ai servizi sociali, ma il nuovo coinvolgimento in una storia di droga ed una denuncia con l’accusa di aver utilizzato indebitamente una carta di credito, lo hanno riportato in carcere.

Ieri, gli agenti del commissariato di polizia di Sorrento hanno provveduto a prelevare L.Z., un 33enne del posto, ed al suo trasferimento presso la casa circondariale di Poggioreale, a Napoli.

La settimana scorsa, il fratello, M.Z., 36enne, era rimasto coinvolto nell’operazione “Notte Bianca”, che ha portato in galera 9 persone, 8 delle quali iscritte nel registro degli indagati dalla procura della Repubblica di Torre Annunziata con l’accusa di spaccio di droga, tra la penisola ed il Nord Italia ed una con l’accusa di favoreggiamento.