Resi noti i redditi degli amministratori pubblici di Sorrento

comune-sorrento

SORRENTO. Pubblicati sul sito istituzionale del Comune i dati relativi ai redditi percepiti nel 2013 da sindaco, assessori e consiglieri. Si scopre, così, che il primo cittadino ed avvocato, Giuseppe Cuomo, l’anno scorso ha dichiarato al fisco poco meno di 55mila euro. Cifra raggiunta oltre che con l’indennità di carica e con le entrate professionali, anche grazie ai proventi degli utili di diverse società delle quali detiene partecipazioni.

Come c’era da aspettarsi il “Paperone” del Comune di Sorrento si conferma essere il vice sindaco ed imprenditore, Giuseppe Stinga. Nel 2013 il numero due della Giunta ha ottenuto un reddito di circa 245mila euro grazie agli utili che riceve dalle diverse aziende che guida. Stinga è anche l’unico amministratore pubblico della città del Tasso ad aver presentato la documentazione relativa ad eventuali viaggi o missioni effettuati in virtù del proprio incarico. Nonostante le numerose trasferte per conto del Comune, non ha mai chiesto rimborsi. Anzi, in due occasioni ha anche subito dei furti. Durante un incontro in Regione gli hanno rubato lo scooter, mentre in un altro caso, sempre a Napoli, si è visto portare via l’orologio da parte di rapinatori armati di pistola.

Per quanto riguarda gli altri componenti dell’esecutivo cittadino, a dichiarare il reddito maggiore è Raffaele Apreda, che raggiunge quota 38mila euro. Alle sue spalle si piazza Federico Gargiulo con 33mila euro. La quota rosa della Giunta, Maria Teresa De Angelis, nel 2013 ha guadagnato 16mila euro, mentre Massimo Coppola arriva appena a quota 12mila. L’assessore più “povero” per quanto riguarda lo scorso anno è stato Mario Gargiulo, che ha superato di poco i 9mila euro.

Per quanto riguarda, invece, i consiglieri comunali, il più ricco è l’avvocato Emilio Moretti con un reddito di 95mila euro. Alle sue spalle si posiziona il medico-albergatore Alessandro Acampora che sfiora gli 88mila euro. Sul terzo gradino del podio troviamo il professionista Steven Scarpato che supera i 71mila euro. Il presidente dell’assemblea cittadina, l’avvocato Emiliostefano Marzuillo, si piazza comunque ai primi posti di questa particolare classifica con 66mila euro.

A sorprendere è anche l’esiguità di alcune certificazioni dei consiglieri. Umberto Gargiulo, ad esempio, per il secondo anno consecutivo ha attestato di non aver percepito alcun reddito, mentre sotto la soglia dei 10mila euro è possibile trovare ben 3 membri del Consiglio comunale: Giuseppe Vittoria (7894 euro), Guglielmina Ciampa (5200 euro) e Giovanni Aversa (5172 euro).

Per quanto riguarda l’opposizione il più facoltoso è il commercialista Luigi Mauro, con poco meno di 70mila euro guadagnati nel corso del 2013. Alle sue spalle Alessandro Schisano, che sfiora i 60mila euro e poi Rosario Fiorentino, con 22mila euro.

Per dovere di cronaca bisogna precisare che gli assessori Massimo Coppola, Mario Gargiulo e Raffaele Apreda, così come il consigliere Luigi Reale, sebbene non abbiano presentato la certificazione relativa ai viaggi istituzionali – divenuta obbligatoria dopo l’approvazione del decreto legislativo 33/2013 sulla Trasparenza -, hanno dichiarato di non aver richiesto ed ottenuto rimborsi per eventuali trasferte effettuate per gli incarichi istituzionali ricoperti.