Capri Watch fashion & Accessories

Recovery Fund per il turismo, appello da costiera e Capri

giuseppe-conte-coronavirus

Martedì 26 gennaio sarà un giorno decisivo per il futuro del turismo campano e quindi per il turismo della penisola sorrentina e dell’isola di Capri. È quello, infatti, il giorno in cui è previsto il vertice tra il premier Giuseppe Conte ed i presidenti delle Regioni per discutere sui Recovery Fund.

“Dobbiamo essere tutti consapevoli che le uniche risorse che potranno essere destinate al turismo per i prossimi 10 anni possono unicamente venire da questi fondi europei – spiegano Sergio Fedele e Graziano d’esposito, presidenti rispettivamente di Atex Campania ed Isola di Capri -. Enti locali, Regioni e Governo non hanno e non avranno risorse “dirette” per affrontare il dramma del turismo.

Siamo tutti consapevoli che la prima bozza dei Recovery Fund ha mortificato il turismo ed il successivo aggiornamento è ancora lontanissimo dalle esigenze di questo settore, colpito a morte dalla pandemia. Manca soprattutto una strategia mirata ad iniziative concrete per la ripartenza della filiera.

Martedì le Regioni hanno la possibilità di far sentire la propria voce al Governo ed il presidente della Campania, Vincenzo De Luca potràr sostenere l’intera economia della Regione e in particolare il sostegno al turismo.

Ecco perché come Atex abbiamo trasmesso al governatore un accorato appello affinché i Recovery Fund possano prevedere risorse e precise strategie per il nostro turismo. Perché possano prevedere risorse e strategie immediate per le Zone a Turismo Prevalente.

Perché possano essere destinate risorse specifiche a problemi prioritari del nostro territorio a cominciare ad esempio dalla progettazione e realizzazione della nuova linea ferroviaria che consenta il doppio binario tra i Comuni della penisola sorrentina e una linea diretta da Napoli a Pompei e/o Castellammare.

Perché possano finalmente essere affrontati e risolti definitivamente i problemi fognari che causano inquinamento della risorsa principale della penisola sorrentina, il mare. Ecco perché abbiamo trasmesso un appello ai sindaci dei Comuni della penisola sorrentina ed ai sindaci dell’isola di Capri di trasmettere al governatore entro martedì le mega – priorità dei loro territori.

Ecco perché abbiamo chiesto ad altre associazioni di lanciare lo stesso appello al governatore – concludono Fedele e d’Esposito -. Ora o mai più”.