Raffica di furti tra Piano e Meta: Residenti allarmati

ladro

PIANO DI SORRENTO. Appartamenti e box auto svaligiati in pochi giorni. In penisola sorrentina è attiva una banda di ladri che prende di mira tanto le abitazioni dei condomini, quanto i garage.

 

A Meta la gang ha svaligiato due appartamenti del medesimo caseggiato del centro, portando via denaro e gioielli.

Dopo pochi giorni, il secondo raid sempre nello stesso condominio ed ancora una volta in pieno giorno. Stavolta ad essere ripuliti sono stati due box-auto. I ladri hanno forzato le saracinesche e portato via un’automobile dal primo garage, due biciclette e casse di vino e di spumante dal secondo. Il proprietario della vettura rubata è lo stesso che, solo pochi giorni prima, si è ritrovato con l’appartamento svaligiato.

Se Meta piange, Piano certamente non ride. Qui, infatti, la banda di malviventi ha preso di mira non solo garage ed appartamenti, ma anche gli esercizi commerciali.

Pochi giorni fa, è stata assaltata una tabaccheria del corso Italia, che sorge a breve distanza dalla centralissima piazza delle Rose. L’impianto di allarme di cui è dotato il negozio, però, è riuscito a spaventare ed a mettere in fuga i ladri.

La gang è riuscita comunque a mettere a segno dei colpi: Da due box-auto di via Gennaro Maresca sono sparite due automobili e due biciclette da corsa.

I carabinieri della stazione di Piano, guidati dal maresciallo Daniele De Marini e coordinati dal capitano Leonardo Colasuonno, sono impegnati nelle indagini per assicurare alla giustizia la banda che sta seminando il panico tra Meta e Piano. Al momento, l’ipotesi più accreditata è che si tratti di un gruppo di etnia rom.

L’escalation di microcriminalità sarà al centro della prossima riunione dei sindaci della penisola sorrentina, in programma mercoledì, mentre tra i cittadini monta la rabbia, così come emerge da diversi post pubblicati sui più popolari social network.

RIPRODUZIONE RISERVATA