Raffaele Apreda lascia l’incarico di assessore a Sorrento

Raffaele_Apreda

SORRENTO. Come già era successo di recente, quando ha ricevuto la visita della polizia per una perquisizione nella propria abitazione e nello studio professionale, insieme ad un avviso di garanzia per una presunta tangente ricevuta per agevolare una pratica per l’assegnazione di un loculo al cimitero cittadino, anche stavolta ha voluto affidare ad un post sulla propria pagina di Facebook la propria esternazione per la decisione di lasciare l’amministrazione. Raffaele Apreda, assessore al Patrimonio, al Cimitero, alla Manutenzione della Giunta di Sorrento guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo ha rassegnato questa mattina le proprie dimissioni.

“Cari amici – si legge nel messaggio pubblicato sui social dallo stesso Apreda -, dopo qualche giorno di riflessione stamane ho presentato al sindaco le mie dimissioni dalla carica di assessore della città di Sorrento. Le indagini in corso sul mio conto riguardano reati di una gravità inaudita quali la corruzione e la concussione, reati a cui sono naturalmente e assolutamente estraneo. Tuttavia, per il rispetto che ho da sempre per le istituzioni tutte, comprese quelle inquirenti per cui nutro rispetto e fiducia, per il rispetto che ho per i cittadini che mi votano reiteratamente da anni, per il rispetto che ho per il sindaco e l’amministrazione tutta unito il tutto alla primaria necessità di salvaguardia della mia famiglia ho preso questa dolorosa decisione che farà felici coloro (i soliti noti) che già da un po’ hanno innescato un meccanismo di denigrazione della mia persona. Ma, come ho detto nel post precedente, sono sulla riva del fiume e attendo”.