Pugni per una donna, in coma 45enne di Anacapri

carabinieri-capri

E’ in ospedale con una gravissima emorragia cerebrale il 45enne di Anacapri colpito con un pugno durante una zuffa in strada. Il grave episodio che ha scosso l’isola di Capri si è verificato intorno alla mezzanotte di venerdì quando Giovanni Masturzo, 45 anni, si è imbattuto nella sua ex che era in compagnia di un altro uomo ed ha preso ad insultarla. Ciò ha scatenato la reazione dell’attuale compagno della donna, un 50enne romano, che lo ha colpito mandandolo ko. Il 45enne nel cadere sull’asfalto ha battuto violentemente la testa.

Il personale del 118, accorso sul posto in seguito alle segnalazioni dei testimoni, dopo aver constatato le gravi condizioni di Masturzo, lo ha trasferito al pronto soccorso dell’ospedale Capilupi dove i medici gli hanno riscontrato la frattura della mascella sinistra e un trauma cranico con segni di emorragia cerebrale. A questo punto è stato organizzato il trasferimento con l’eliambulanza del ferito al San Giovanni Bosco, di Napoli dove resta ricoverato ancora in stato di incoscienza, tenuto in coma farmacologico per una emorragia cerebrale bilaterale. I medici si sono riservata la prognosi, e aspettano di capire se e quando potranno operarlo per tentare di ridurre l’edema.

Nel frattempo i carabinieri di Anacapri hanno avviato le indagini raccogliendo testimonianze tra i presenti e ascoltando le dichiarazioni rese dal 50enne romano, S.M., che ha esposto la propria versione dei fatti. Al termine della prima fase i militari hanno denunciato a piede libero l’aggressore per ora con l’accusa di aver provocato lesioni, ipotesi di reato che però potrebbe cambiare se le condizioni del 45enne anacaprese dovessero peggiorare.