Pubblicato il bando per l’affidamento delle spiagge libere e fissate le tariffe per i residenti

marina-d'aequa

VICO EQUENSE. Il Comune vara il piano per le concessioni degli arenili pubblici. Le gestioni avranno durata triennale con periodi di piena validità dal primo giugno al 30 settembre. Già fissate anche le tariffe per i residenti: chi vorrà usufruire della sdraio dovrà pagare 1,50 euro, 3 euro per il lettino, 2 per l’ombrellone, 6 per la cabina e 50 centesimi per la doccia calda. I dosati dei servizi per i non residenti saranno maggiori e verranno stabiliti dai gestori secondo i criteri del libero mercato.
Le spiagge che affidate a terzi sono “Pezzolo” e “Calcare” presso la marina di Aequa e “Postali” presso il borgo marinaro di Vico.

“Abbiamo introdotto una novità – ha spiegato il consigliere Luigi Savarese, componente della commissione Turismo e attività produttive – relativa alla modalità con la quale verranno selezionati i gestori. Questa volta utilizzeremo una procedura aperta col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Fino allo scorso anno usavamo il sistema del massimo rialzo, ma adesso abbiamo ritenuto opportuno porre più attenzione alla qualità del servizio offerto e alla professionalità dei soggetti affidatari, per garantire determinati standard qualitativi ai cittadini. In particolare, per la spiaggia “Postali” è necessario che operatori di grande competenza recuperino un’immagine che negli anni, per diversi motivi, è stata rovinata”.

Vico Equensepiccola11

Previsti anche appositi piani di apertura e gestione degli arenili in occasione delle giornate classiche del fuoriporta come Pasquetta e le festività del 25 aprile e del primo maggio ed accessi facilitati e servizi destinati ai diversamente abili.

Per la gestione dell’attività di balneazione dovranno essere garantiti servizi di base quali la pulizia e la manutenzione del litorale con raccolta differenziata dei rifiuti, i servizi igienici e le docce fredde, il servizio di primo intervento, la sorveglianza e l’assistenza ai bagnanti, sia in mare, che in spiaggia, l’allestimento di almeno due ombrelloni per i diversamente abili, la sorveglianza anche notturna degli arenili, l’accesso gratuito alla battigia per i bagnanti. “È nostra intenzione elevare il livello qualitativo dei servizi – ha aggiunto Savarese – e, allo stesso tempo, garantire che i costi per i fruitori siano contenuti, in particolare per i residenti”.

Pronto anche il bando per affidare i tratti di arenili e le aree che si affacciano sullo specchio d’acqua di marina d’Aequa a fini commerciali, per il miglioramento dell’attrattività turistica. Si tratta di tre aree assegnate in concessione, le scorse estati, a bar e ristoranti. Adesso saranno date in gestione per la durata di tre anni, per un periodo di attività che va, anche in questo caso, dal primo giugno al 30 settembre.