Il prossimo weekend sarà dedicato alla scoperta dei tesori del Fondo ambiente italiano

Baia di Ieranto

MASSA LUBRENSE. Un intero fine settimana destinato agli appassionati dell’arte e della natura. La ventiduesima edizione delle Giornate di primavera del Fai, presentata ieri a Napoli nella chiesa sconsacrata di San Rocco, animerà il prossimo weekend con un fitto calendario di appuntamenti. In primo piano la zona di Massa Lubrense. Sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,30, il convento delle Immacolatine e la chiesa del Santissimo Rosario del borgo di Monticchio apriranno le porte ai visitatori. I due gioielli dell’arte settecentesca, che al loro interno custodiscono uno splendido pannello maiolicato realizzato nel 1778, saranno accessibili anche domenica dalle 9,30 alle 12,30. L’appuntamento è riservato ai soli iscritti al Fai o a coloro che vorranno aderire durante questa edizione delle Giornate di primavera.

Chiesa SS Rosario Monticchio

Chiesa SS Rosario Monticchio

Discorso diverso per la baia di Ieranto, inserita tra i beni del Fai aperti tutto l’anno e meta di un fitto programma di escursioni guidate. Sabato e domenica, la partenza è prevista dalla piazzetta di Nerano nelle due fasce orarie che vanno dalle 10 alle 13,30 e dalle 14 alle 16. Gli escursionisti affronteranno un sentiero da trekking di media difficoltà e, nel giro di circa 40 minuti, raggiungeranno la torre, la spiaggia, gli antichi edifici rurali e le strutture di pertinenza della cava, restaurati negli ultimi anni dal Fondo. Per partecipare occorre prenotarsi entro venerdì telefonando al 3358410253. Per la penisola sorrentina, il presidente regionale del Fai, Maria Rosaria De Divitiis ha annunciato importanti novità: “La costiera merita un autonomo gruppo Fai per valorizzare ancora di più le sue bellezze naturali e storico-artistiche”.