Un privato contribuirà al restyling di via Monticello

strada-capo2

SORRENTO. Un progetto per recuperare una strada comunale con i lavori che saranno in parte eseguiti a cura e spese di un privato cittadino. L’iniziativa è dell’architetto Diana De Maio la quale ha presentato un progetto per l’intervento di manutenzione straordinaria di via Monticello. Attualmente il tracciato viario che collega il tratto di corso Italia a via Casola e via Arigliola, risulta in parte crollato per uno smottamento verificatosi alcuni anni fa e pertanto non utilizzabile. Inoltre la stradina sta pian piano scomparendo perché ricoperta da piante infestanti e sottoposta all’erosione provocata dalle piogge.

L’ architetto De Maio, quindi, ha proposto all’amministrazione comunale di realizzare a sue cure e spese una parte delle opere per il recupero di un tratto di via Monticello di circa 100 metri con una pendenza media del 25%. In particolare ha deciso di accollarsi la realizzazione della pavimentazione mediante un intervento di recupero del tratto di viabilità ricollocando, dove è possibile, i pochi elementi rimasti dell’antica pavimentazione e recuperando la parte di pavimentazione in cemento rimanente in conformità con quella preesistente, inoltre alcuni tratti, considerata la notevole pendenza, dovranno essere realizzati con gradoni. Previsto anche l’Inserimento nella pavimentazione delle griglie per la canalizzazione dell’acqua e la predisposizione delle canalizzazione per l’impianto di illuminazione stradale.

Il progetto prevede ulteriori lavori di completamento che saranno realizzate a spese dell’amministrazione: Canalizzazione delle acque bianche e realizzazione impianto di pubblica illuminazione stradale dopo il completamento delle opere. Inoltre l’architetto De Maio chiede di utilizzare, per parte della pavimentazione, cordoli eventualmente rimossi da altre strade e non utilizzati.

Alla luce di tutto quanto sopra premesso si ritiene la stessa dal punto di vista tecnico ammissibile precisando che anche la realizzazione della canalizzazione per le acque bianche – nel tratto in questione – dovrà essere eseguita a spese e cura della stessa richiedente.

La Giunta, quindi, ha dato il proprio assenso stabilendo, però, che “l’esecuzione degli interventi dovrà essere eseguita nel rispetto della disciplina urbanistica vigente rispettando i caratteri e gli elementi tipologici del tratto di strada che non deve, in alcun modo, essere modificata, alterandone la conformazione dei luoghi e che, inoltre i lavori e la direzione dovranno essere eseguiti a cura e spese della stessa richiedente da ditta qualificata, diretta da professionista abilitato, che rilascerà certificazione di regolare esecuzione ad ultimazione avvenuta. La scelta dell’impresa e del professionista dovrà avvenire previo gradimento dello stesso ufficio tecnico comunale che ne curerà anche la supervisione”.