Capri Watch fashion & Accessories

Primo maggio con pochi turisti a Sorrento, i grandi hotel aprono a giugno

Turisti-centro-storico

In costiera la macchina dell’accoglienza scalda i motori per la ripartenza che non arriverà prima di un altro mese. I grandi alberghi e le principali catene di Sorrento e dintorni, come tutti i meccanismi complessi, hanno bisogno di tempo per rimettersi in moto. E i dubbi che accompagnano la campagna vaccinale di certo non aiutano. I principali tour operator esteri pretendono destinazioni Covid free prima di proporre i pacchetti ai loro clienti. Clima di incertezza che sposta la riapertura a fine maggio o ai primi di giugno per tutte le principali strutture del comprensorio, dall’Hilton Sorrento Palace, all’Excelsior Vittoria, dal Parco dei Principi all’Ambasciatori ed al Bristol. Sempre sperando che tra un mese la Campania sia ancora in zona gialla.

Discorso diverso per le piccole strutture e, soprattutto, per il comparto extralberghiero. Alcune delle attività che contano un numero esiguo di stanze hanno riaperto per il weekend del primo maggio. Numerose, invece, le prenotazioni già arrivate nelle scorse settimane per b&b, case vacanza ed agriturismi, anche perché i potenziali clienti hanno preteso la possibilità di recedere dal contratto senza versare penali nel caso il territorio regionale fosse rimasto in arancione.

Va decisamente meglio ai ristoranti, almeno a quelli che dispongono di uno spazio per i tavoli all’aria aperta dove sistemare gli avventori. Dalle pizzerie ai locali stellati che sorgono tra Vico Equense e Massa Lubrense oggi e domani (bizze del meteo permettendo) vanno verso il tutto esaurito.