Presentato il Social World Film Festival 2016

presentazione-social-film-festival-2016

VICO EQUENSE. “I nuovi talenti del cinema hanno limitate occasioni per confrontarsi con i professionisti affermati, presentargli i propri lavori. Sono poche le chance che gli vengono concesse in festival come quello di Venezia e di Roma. Nasce da questa considerazione l’esigenza di creare un mercato europeo del cinema giovane e indipendente che inaugureremo durante la sesta edizione del festival”.

Così ha esordito il direttore generale del Social World Film Festival, Giuseppe Alessio Nuzzo, nel corso della conferenza stampa di presentazione della kermesse – che si svolgerà a Vico Equense – tenutasi ieri presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti della Campania.

“Avremo un’area adibita a stand espositivi delle novità del cinema – aggiunge Nuzzo – spazio ad incontri e due sale per mostrare i primi minuti di girato di film appena completati o in via di chiusura, opere finite, teaser, trailer o progetti speciali ad un pubblico di professionisti del settore”. Un festival, insomma, in continua evoluzione che quest’anno aggiunge un’ulteriore novità dopo il Museo del cinema del Territorio e della Penisola Sorrentina inaugurato nel 2015. Saranno 100 i film proiettati alla Mostra del cinema sociale, tra quelli in concorso e fuori concorso, di cui 20 in anteprima. Pellicole provenienti da 17 Paesi diversi, a dimostrare ancora una volta il legame tra la manifestazione di Vico Equense e la cinematografia mondiale.

La rassegna cinematografica si terrà a Vico Equense dal 23 al 31 luglio, quando piazza Kennedy, come di consueto, sarà trasformata nell’Arena Loren, con le proiezioni dei film di maggior successo della passata stagione cinematografica e importanti serate omaggio, fra cui quella dedicata a Bud Spencer (23 luglio) e quella in memoria di Ettore Scola, Massimo Troisi e Marcello Mastroianni (28 luglio). Questi ultimi appaiono affiancati nella locandina di questa edizione in una scena del film “Che ora è” proprio di Scola ad evidenziare il tema di quest’anno che sarà “Sogno: desiderio, speranza, passione”.

La kermesse, presentata dagli attori Roberta Scardola e Yuri Napoli, sarà inaugurata sabato 23 luglio da un focus sul fortunatissimo lungometraggio “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti, e la consegna di un premio all’attore e scrittore Marco Bocci. Serata interamente dedicata a “Gomorra – La Serie”, domenica 24 luglio, quando saliranno sul palco Salvatore Esposito (“Genny Savastano”), Marco Palvetti (“Salvatore Conte”), Cristina Donadio (“Scianel”), Gianluca Di Gennaro (“Zingariello”), Denise Capezza (“Marinella”), protagonisti dell’evento televisivo dell’anno, per ritirare il premio alla fiction ed aprire un dibattito sul loro lavoro.

Film in spiaggia lunedì 25 luglio con una carrellata di documentari e cortometraggi della sezione “La Notte del Cinema”, mentre martedì 26 luglio sarà una giornata interamente dedicata al mercato europeo del cinema giovane e indipendente nella quale si terrà la conferenza “Prospettive per il cinema italiano: i nuovi talenti” con produttori, distributori indipendenti e istituzioni cinematografiche, seguita da incontri collettivi e face-to-face. La conferenza vede una serie di interventi sul tema del cinema giovane ed indipendente e nuovi talenti, seguita da una prima parte di incontro durante il quale gli autori e giovani professionalità vengono presentati agli enti, produttori e distributori.

Seguirà una seconda parte in cui è possibile incontrare personalmente enti e società nel salotto cinematografico appositamente allestito (l’evento è riservato ai possessori degli accrediti del festival e del Mercato che possono essere richiesti da tutti i professionisti del cinema sul sito www.mercatocinema.com). Giovedì 28 luglio verrà presentato il teaser ed il backstage del lungometraggio interamente ambientato a Vico Equense “Le due verità” ed in anteprima l’omonima canzone scritta dal cantante Marco Ligabue. Sfileranno sul red carpet gli attori protagonisti del film tra cui Francesco Montanari, Nicoletta Romanoff, Fabrizio Nevola e Anna Safroncik. Durante la serata spazio anche all’attrice rumena Madalina Ghenea.

Ornella Muti riceverà il premio alla carriera venerdì 29 luglio e firmerà il “Wall of Fame”, monumento al cinema che raccoglie gli autografi dei più celebri artisti italiani e internazionali tra cui Giancarlo Giannini, Maria Grazia Cucinotta, il premio “Oscar” Luis Bacalov, Leo Gullotta, Valeria Golino. Durante la stessa serata ci sarà un momento di approfondimento sul film “Un bacio” di Ivan Cotroneo. Sabato 30 luglio Gran Gala di premiazione con la sfilata sul red carpet di registi e attori in concorso, le giurie e tanti ospiti tra cui Ricky Tognazzi, Francesco Cicchella, Rosaria De Cicco e Simona Izzo.

Tra gli eventi serali, mercoledì 27 luglio ci sarà la presentazione in anteprima nazionale del romanzo “Dance The Love – Una stella a Vico Equense” di Raffaele Lauro, con la partecipazione dello stesso autore e dell’ispiratrice dell’opera Violetta Elvin. Intervenuto in conferenza anche il neo sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, che ha voluto ribadire come “la città di Vico Equense, che negli anni è stata set di importanti film che hanno visto protagonisti Vittorio De Sica e Sophia Loren, torna ad essere capitale della settima arte attraverso questa importante rassegna. Un festival che che ha promosso fino ad ora il cinema sociale in 30 tappe internazionali, l’unico al mondo ad essere interamente realizzato da professionisti under 35”.