“Premio Sirena d’Oro” e “I Valori del Territorio”: Da oggi a domenica la Città del Tasso riscopre tradizioni e gusti antichi

centrostorico25aprile

SORRENTO. Le voci, i suoni e i sapori della Sorrento antica. I mestieri di un tempo, le tradizioni della tavola, i piatti della “cucina povera”.

 Un viaggio nella storia della Città del Tasso, dal ‘300 fino ai giorni nostri, tra musiche, danze e momenti di vita quotidiana che rimandano ad altre epoche. Così in alcuni punti del centro storico si troveranno il banco del lotto, l’angolo del lustrascarpe, il chiosco degli agrumi, il gioco delle tre carte.

Tutto questo è “I Valori del Territorio – passeggiata animata tra le botteghe del centro antico”, kermesse da oggi a domenica. Un evento che si svolge nell’ambito del “Premio Sirena d’Oro”, il concorso nazionale riservato agli oli extravergine di oliva a marchio, di cui domani si svolgerà la premiazione nella sala consiliare del Comune.

Nelle serate della manifestazione, i visitatori saranno immersi in un percorso tra gusto, storia e tradizione, disegnato tra i vicoli e nell’atrio dei portoni del centro storico di Sorrento.

Ai due ingressi, situati in via San Nicola ed in via San Cesareo, esperti dei consorzi di tutela degli oli dop e igp offriranno in degustazione “tocchetti” di pane e olio e illustreranno le qualità salutistiche dell’oro giallo simbolo della Dieta Mediterranea.

All’interno del percorso sarà possibile gustare oltre quindici pietanze, preparate da ristoranti di Sorrento, realizzate con le ricette della tradizione e le materie prime del territorio e conditi con gli oli dop e igp prodotti in diverse Regioni d’Italia.

Gli itinerari del gusto e del folklore si intrecceranno. I visitatori potranno così degustare piatti tipici della tradizione sorrentina e, al contempo, essere rapiti da momenti di spettacolo e intrattenimento. Avranno l’opportunità, ad esempio, di assistere ad un inatteso concerto di Cornelia Tasso, presso palazzo Manfredi Fasulo, mentre addentano una “pizzetta” fritta al pomodoro o gustano un piatto di scarole e fagioli del rione Priora. Potranno assaporare un piatto di pasta con le zucchine del rione Casarlano o la pasta patate e provola, ammirando le performance di cantanti lirici. Ed ancora, si potrà partecipare, presso il Sedil Dominova, ad una riunione dell’antico Consiglio cittadino, assaggiando una fetta di pizza di maccheroni o un “cacuzzo” di pane con insalata di pomodori. Assistere ad una posteggia, mangiando una caponata con i pomodori o un piatto di pasta e piselli. Essere sorpresi dagli scherzi di Pulcinella tra una forchettata e l’altra di carciofi e patate o di spaghetti alla “chiommenzana”. Accompagnando le pietanze con un buon bicchiere di vino penisola sorrentina dop o una birra artigianale di Sorrento. E chiudendo in dolcezza, con un babà agli agrumi.

“Con questa manifestazione – sottolinea il vice sindaco di Sorrento e assessore all’Agricoltura, Giuseppe Stinga – vogliamo svelare ai cittadini, soprattutto a quelli più giovani, ed agli ospiti, le atmosfere di una Sorrento lontana nel tempo, ricca di fascino e genuinità. Abbiamo progettato questo evento con l’obiettivo di coinvolgere tutta la città in un momento di svago ma anche di recupero delle nostre tradizioni. Sarà un’occasione, inoltre, per promuovere sia gli oli dop e igp che il nostro straordinario patrimonio agroalimentare”.

Il progetto “I Valori del Territorio”, nato su proposta dell’Assessorato all’Agricoltura e Artigianato della Città di Sorrento, è realizzato da L’Arcolaio Teatro Eventi con la direzione artistica di Antonio Guida.

La “passeggiata animata” è in programma fino a sabato dalle 19 alle 23.

RIPRODUZIONE RISERVATA