Premiati a Vico i due sportivi Perin e Parlato

Luca-parlato-corea

VICO EQUENSE. Si è svolta ieri la cerimonia organizzata dal Comune di Vico Equense in onore dei campioni Riccardo Perin e Luca Parlato hanno partecipato in tanti: familiari, amici, insegnanti, amministratori e allenatori.

 

A consegnare nelle mani di Riccardo Perin la targa di riconoscimento per il verde talento del tennis nazionale è stata Marinella Cioffi, assessore alle politiche giovanili. Al canottiere iridato Luca Parlato l’attestato dell’amministrazione comunale è stato dato da Antonio Di Martino, assessore alla cultura e allo sport. Oltre ai premi voluti dal Comune, ai campioni del tennis e del canottaggio sono stati consegnati quelli realizzati dalla polisportiva club Napoli, e dalla Lega navale sezione di Vico Equense.

Il tredicenne di Vico Equense ha conquistato il titolo di campione italiano di tennis ai campionati Under 13 a Civitanova Marche, sia nel singolo che nel doppio, in coppia con il napoletano Riccardo Di Nocera. Oltre ai familiari, ha condiviso questo momento di gioia la sua maestra della scuola elementare Maria Rosaria Stinca, accanto a lui al momento della premiazione. Riccardo Perin si allena a Torre Del Greco, presso la “New tennis School” ed è seguito anche dal coach della federazione Umberto Ianna.

La passione di Luca Parlato, originario del borgo collinare di Montechiaro, invece, è nata a Castellammare presso il Circolo nautico Stabia. “Ero il suo professore di educazione fisica alle superiori – ha raccontato Antonio Apadula, docente presso l’Itis Elia – e notai subito la sua predisposizione per il canottaggio. Da allora ha conseguito un successo dopo l’altro diventando un campione”. Presenti alla cerimonia anche Vincenzo Abbagnale e il timoniere Enrico D’Aniello, con cui ha raggiunto il successo ai mondiali di canottaggio in Corea del Sud, dove ha conquistato la medaglia d’oro nel “due con”.


RIPRODUZIONE RISERVATA