Pregiudicato arrestato per tentata rapina all’hotel Cocumella

siringainfetta

SANT’AGNELLO. Ha sfondato con un calcio la porta a vetri dell’albergo e quando all’interno ha trovato il proprietario ed alcuni dipendenti li ha minacciati con una siringa.

L’episodio si è verificato nel tardo pomeriggio di ieri a Sant’Agnello.

Un pregiudicato tossicodipendente di 48 anni, residente a Torre del Greco, è penetrato all’interno dell’hotel Cocumella dopo aver distrutto l’ingresso della struttura. Obiettivo del malvivente era riuscire a rubare qualche oggetto di valore approfittando del fatto che l’albergo fosse ancora chiuso per la pausa invernale. Ma all’interno c’erano il proprietario ed alcuni dipendenti impegnati nella sistemazione dell’hotel in vista dell’imminente riapertura.

Vistosi scoperto, l’uomo ha brandito una siringa verso il titolare della struttura ricettiva, per poi darsi alla fuga.

Nei pressi, però, c’era una pattuglia dell’aliquota radiomobile dei carabinieri di Sorrento, coordinata dal capitano Leonardo Colasuonno, in servizio di perlustrazione del territorio. Gli uomini dell’Arma sono riusciti a bloccare il malvivente subito dopo la segnalazione. Il 48enne ha anche tentato invano di disfarsi della siringa utilizzata come arma di intimidazione, che è stata raccolta e sequestrata dai militari.

L’uomo è stato arrestato e trasferito al carcere napoletano di Poggioreale.