Capri Watch fashion & Accessories

Positivo alle nozze in costiera sorrentina, test per tutti gli invitati e ristorante chiuso

scrajo-terme

Si sono sposati lo scorso 19 agosto e si sono ritrovati per i festeggiamenti con parenti e amici sulla terrazza dello Scrajo terme di Vico Equense. Dopo qualche giorno dal ricevimento, però, gli sposi, entrambi del posto, scoprono che il loro testimone, il giovane fratello della sposa, è positivo al Covid-19. Scattano subito i protocolli con test per tutti gli invitati, i dipendenti della struttura, gli addetti all’intrattenimento degli ospiti e quanti quella sera sono entrati in contatto con il 30enne, un militare, che ha scoperto di aver contratto il coronavirus al suo rientro a Norcia, dove lavora. Controlli anche per il sacerdote che ha celebrato la funzione.

Il giovane è giunto a Vico Equense pochi giorni prima delle nozze. Poche, a quanto sembra, le uscite. Ha partecipato all’addio al celibato del cognato, presso una villa privata, una serata trascorsa con gli stessi invitati al matrimonio. Poi arriva il giorno del si e sulle terrazze dello Scrajo terme si ritrovano con la coppia circa 70 persone, gran parte delle quali di Vico Equense.

Oltre ai parenti e agli amici, sono entrati in contatto con il giovane anche i proprietari e gestori della struttura, i camerieri, gli addetti all’accoglienza, i musicisti e quanti hanno partecipato alla cerimonia. Una rete di contatti tracciata facilmente e tutta sottoposta ai test.

Il 30enne durante la festa non avvertiva alcun sintomo particolare. I disturbi si sono manifestati una volta rientrato a Norcia. Lunedì 24 il tampone e il giorno successivo il risultato: positivo al Covid-19. Subito sono stati attivati i protocolli. Gli sposi hanno avvertito la struttura e tutti i loro ospiti. Gli screening sono cominciati già da qualche giorno. In totale 132 i tamponi effettuati. Trenta i risultati pervenuti fino a questo momento e sono tutti negativi. Si attendono gli altri esiti.

Intanto, come prevedono i protocolli, gli sposi, i parenti e quanti erano presenti la sera del 19 sono in isolamento presso le proprie abitazioni. La struttura Scrajo terme, chiusa dopo che è scattato il protocollo, è ora riaperta. Comunque, a quanto sembra, durante la cerimonia sarebbero state rispettate tutte le misure anti-Covid: misurata la temperatura a tutti gli invitati, rispettato il distanziamento tra i tavoli, usate le mascherine.

Ciò però non tranquillizza gli invitati in attesa dell’esito dei test. Mentre la tensione monta in tutta la costiera sorrentina, creando anche confusione tra le due strutture adiacenti: Scrajo terme e Scrajo mare. In molti, infatti, hanno disdetto le prenotazioni presso lo stabilimento balneare che, invece, ha una differente gestione, spazi diversi ed è attualmente aperto, non essendo stato coinvolto nell’episodio.