Polemica Wwf-sindaco sulla Bandiera Blu a Massa Lubrense

marina-del-cantone

MASSA LUBRENSE. Il Wwf chiede alla Foundation for environmental education, la fondazione che assegna le Bandiere Blu, di rivedere la propria decisione in merito all’attribuzione del riconoscimento al Comune di Massa Lubrense. I vertici del sodalizio ambientalista della penisola sorrentina, presieduto da Claudio d’Esposito, hanno inviato un dossier alla Fee puntando l’indice, in particolare, sulla zona di Marina del Cantone. Dal Wwf si ritiene che l’area non possa essere considerata degna di fregiarsi della Bandiera Blu, soprattutto in seguito a quanto avvenuto lo scorso mese di giugno, quando si notarono larghe chiazze di schiuma nel mare di Nerano.

Claudio d'Esposito

Claudio d’Esposito

Gli ambientalisti, inoltre, fanno rilevare la carenza di cestini per la raccolta dei rifiuti lungo la spiaggia, così come l’assenza di spogliatoi e di personale addetto al salvataggio. “A tali mancanze – sostengono dal Wwf – si aggiungono anche le gravi violenze che il territorio ha dovuto subire in barba all’obiettivo principale del programma Bandiera Blu, quale quello di promuovere una conduzione sostenibile”.

A stretto giro arriva la replica del sindaco di Massa Lubrense, Leone Gargiulo: “L’attacco degli ambientalisti è di natura politica, sono ostili alla nostra amministrazione e me ne dispiace molto. Sembra quasi che la Bandiera Blu di Massa Lubrense rappresenti un grosso fastidio per chi dice di amare la natura. Non ho problemi a dirlo: a mio avviso da parte del Wwf è in corso una battaglia tutt’altro che costruttiva. Comunque stiamo pensando ad una querela”.

LeoneGargiulo

Leone Gargiulo

Il sindaco gargiulo, in ogni caso, ha già inviato un contro-dossier alla Fee difendendo il proprio territorio e l’operato della sua amministrazione. Il primo cittadino di Massa Lubrense chiede al Wwf di avviare un colloquio costruttivo, sempre che non spetti ai giudici risolvere la querelle se il proposito di rivolgersi alla magistratura da parte del sindaco avrà un seguito.