Pochi stalli per gli scooter, cittadini furiosi: “Ci multano, ma non ci sono posti”

corsoparcheggi

SORRENTO. La rabbia dei cittadini è alle stelle. Con l’arrivo della stagione estiva aumenta in maniera esponenziale il numero dei ciclomotori in giro per la città, anche perché tra pullman e ztl usare l’auto è diventato praticamente impossibile.

“Sul corso Italia non c’è mai posto e appena parcheggi con mezza ruota fuori dalla linea ti ritrovi con una multa”. Abbiamo raccolto testimonianze sia nel centro cittadino, ma anche lungo via degli Aranci, dove la situazione è praticamente la stessa.

L’eliminazione degli stalli da piazza Sant’Antonino e da piazza Angelina Lauro ha fatto diminuire il numero dei posti disponibili a fronte di un netto aumento degli scooter in circolazione. Per non parlare di Marina Grande, dove in assenza del contrassegno per i residenti è impossibile parcheggiare.

“Servono nuovi stalli, è evidente”. Lamentano i cittadini.

In molti casi gli abitanti sono costretti a cercare spazi di fortuna sperando di non trovarsi il verbale sullo scooter. Anche questo fatto è argomento di discussione, infatti, in molti ci hanno segnalato che spesso non trovano la multa sui motorini, ma dopo qualche giorno la ricevono a casa.

La contravvenzione, se pagata nei primi cinque giorni gode di un importante sconto, ma se lo contestazione non viene trovata è ovvio che la multa arriva a casa, con l’impossibilità di usufruire della riduzione.