Play out, Sorrento a caccia della salvezza: bastano quattro pareggi

sorrento-foto

Sarà Sorrento contro Arzanese e, dall’altra parte, Tuttocuoio ed Aversa Normanna. Tra queste quattro squadre, uscirà fuori quella che, dopo due gare di andata e di ritorno sia per le semifinali che per la finale, andrà a far compagnia alle altre otto già promosse, mentre le altre tre retrocederanno tra i dilettanti.

Le semifinali, secondo quanto comunicato dalla Lega Pro, saranno disputate, in gare di andata (da disputare domenica 18 maggio) e di ritorno (la settimana successiva), entrambe alle ore 16.

Orario canonico per gli spareggi promozione, così come il format, che è lo stesso delle passate edizioni. La prima gara, infatti, verrà disputata tra le mura amiche delle squadre classificate rispettivamente in undicesima e dodicesima posizione (di conseguenza, sarà Arzanese – Sorrento ed Aversa Normanna – Tuttocuoio), mentre il ritorno a campi invertiti (quindi Sorrento – Arzanese e Tuttocuoio – Aversa Normanna).

A conclusione delle due gare, così come anche della doppia finale, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti. In caso di parità, poi, viene considerata vincente la squadra in migliore posizione di classifica al termine del campionato. Circostanza, quindi, che premierebbe in ogni caso gli uomini di Simonelli cui, paradossalmente, per festeggiare la promozione basteranno quattro pareggi con qualsiasi risultato, visto che non vige la classica regola del gol segnato fuori casa.
Per quanto riguarda, invece, le sanzioni, verranno azzerate tutte le ammonizioni irrogate nella gara di campionato mentre per far scattare la squalifica basteranno due gialli in qualsiasi delle quattro gare in programma.