Pizzaioli da tutta Italia in costiera per la Lega del Filo d’Oro, messaggio di Arbore

pizza-solidarieta-sorrento

SORRENTO. Oltre venti pizzaioli provenienti da ogni Regione d’Italia, ognuno con la propria specialità, ma uniti dalla comune volontà di sostenere un progetto di solidarietà: raccogliere fondi da devolvere a favore della Lega del Filo d’Oro, l’associazione impegnata nell’assistenza, educazione e riabilitazione di bambini e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.

L’appuntamento è per lunedì 10 ottobre, a partire dalle ore 19:30 al porto di Sorrento, con la regia dello chef pizzaiolo Antonino Esposito, ideatore di “Pizzaioli Uniti”. Una iniziativa che, per tutta l’estate, ha visto la Pizza della Solidarietà nei menù di decine di locali di tutto il Belpaese e anche in una pizzeria negli Stati Uniti che ha voluto aderire all’invito.

Con un ticket di ingresso di 5 euro, sarà possibile gustare una delle tantissime pizze preparate dai maestri pizzaioli, oltre a birre artigianali, vini e limoncello, tutto servito in piatti, bicchieri e tovaglioli realizzati in materiale compostabile e biodegradabile. Per i celiaci, saranno servite pizze e birre senza glutine.

La serata sarà aperta da un videomessaggio inviato da Renzo Arbore, storico testimonial della Lega del Filo d’Oro e dagli interventi di rappresentanti delle istituzioni locali e della Lega del Filo d’Oro. Ospite della serata, lo chef stellato Giuseppe Aversa.

Poi lo start alle degustazioni sulle note dei Voices Rain, la formazione costituita da Pino Morvillo, Anna Soares e Katia De Martino (voce), Biagio Valcaccia (chitarra), Giovanni Vescera (percussioni) e i dj Diego Criscuolo e Salvatore Gargiulo.

Partner dell’evento sono Ferrarelle, Molino Pivetti, La Torrente, Villa Massa, Birrificio Sorrento, Birrificio Caulier, Caseificio Due Golfi, Cantine Cavicchioli, Autotrasporti Stinga, Forni Magliano, Associazione Non solo Glutine e Penisolaverde.

Per raggiungere Marina Piccola in auto o in moto, sarà possibile usufruire dei parcheggi presenti nell’area del porto. A piedi, si consiglia di utilizzare l’ascensore situato nella villa comunale di Sorrento.