Pestaggio alla stazione di Vico, scatta l’inchiesta

Vico-Stazione

VICO EQUENSE. L’episodio è avvenuto intorno alle 20:30 del 22 dicembre scorso, presso la stazione della Circumvesuviana di Vico Equense. Vittima di una gang di teppisti è un marittimo 28enne, residente a Sorrento tornato in penisola per trascorrere le festività natalizie.

Il giovane si trovava presso lo scalo ferroviario in attesa del treno che lo conducesse nuovamente a Sorrento, quando è stato avvicinato da alcuni ragazzi che credeva dei semplici viaggiatori come lui. “Ho visto un ragazzo che faceva il palo, fare un segno a qualcuno e mi sono trovato improvvisamente accerchiato da 8 persone incappucciate, che mi insultavano”. Questo è il drammatico racconto del 28enne che è diventato il bersaglio di una violenza tanto assurda quanto inattesa nella tranquilla Vico Equense.

“Sono stato colpito con calci, pugni e perfino bastonate con una mazza di legno” spiega il marittimo sorrentino, che è stato lasciato a terra, sanguinante e tramortito, sul binario in attesa del treno per Sorrento. In pochi attimi la violenza è terminata, così come era iniziata. Gli aggressori si sono dileguati nel buio, fuggendo dalla stazione in gran fretta.

Ora la procura della Repubblica di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo d’inchiesta per fare luce sulla vicenda del pestaggio.