Pesca di frodo di datteri: Denunciato un giovane di Vico Equense

VICO EQUENSE. È stato intercettato alla stazione, seguito senza dare nell’occhio e poi bloccato ai piedi del Monte Faito.

 

Un lungo pedinamento, al termine del quale due militari del corpo forestale dello Stato hanno fermato un uomo che trasportava cinque chili di datteri di mare. Si tratta di un 20enne originario di Vico Equense nei confronti del quale è scattata la denuncia a piede libero. I mitili, invece, sono stati sequestrati dagli uomini della Forestale di Castellammare, guidati dal comandante Romualdo Apicella.

A insospettire i militari, impegnati in un pattugliamento lungo il litorale sorrentino-stabiese, è stato uno scambio di sacchetti di plastica tra i conducenti di un’automobile e di un motorino.

Uno strano movimento, avvenuto in pieno giorno, che ha spinto gli uomini della Forestale a seguire il giovane che sul proprio scooter aveva caricato un sacco dal contenuto sospetto.
All’altezza del bivio che dal borgo di Moiano conduce a Monte Faito lo hanno bloccato.

Dalla busta sono, quindi, spuntati i datteri, probabilmente pescati solo qualche ore prima lungo il litorale della penisola sorrentina. Ora ci si interroga su chi ha fornito i frutti di mare al 20enne sulla loro destinazione finale.

RIPRODUZIONE RISERVATA