Capri Watch, fashion accessories

Percorso meccanizzato di Sorrento. Abbac: Esclusi senza motivo

percorso-meccanizzato-sorrento

Di seguito pubblichiamo la lettera inviata in redazione dal responsabile dell’Abbac per la penisola sorrentina, Sergio Fedele, in merito all’esclusione dalla società nata allo scopo di realizzare il percorso meccanizzato tra il parcheggio Lauro ed il porto di Sorrento.

Gentile Direttore

Chi ci segue sa che Abbac Penisola Sorrentina si è resa promotrice nel costruire un gruppo di operatori del settore extralberghiero (alcuni associati e altri no), ristoratori, cittadini, professionisti per rilevare una quota della costituenda società promossa da Gianluigi Aponte per la progettazione, costruzione e gestione del percorso meccanizzato dal porto di Sorrento al centro.

Ci siamo riusciti.
Lo abbiamo fatto mossi da una duplice motivazione :riteniamo che si tratti di un progetto che può essere utilissimo per residenti e turisti e soprattutto finalmente un progetto che secondo il messaggio di Aponte, doveva prevedere la massima partecipazione e coesione da parte di tutto il territorio.

In questa ottica ci sentivamo un po’ “protagonisti” perché il nostro gruppo traduce proprio in realtà l’intendimento di Aponte.

Ed invece.. siamo stati esclusi!
A poche ore dalla costituzione della società ci arriva una email che in modo confuso e generico “ci liquida” appigliandosi a ritardi inesistenti nella consegna della documentazione e a “disguidi”.
Siamo in buona compagnia… Sembra che altri 37 potenziali soci siano stati esclusi..

Una falsa partenza di un progetto che perde il primo fondamentale requisito :la partecipazione e la coesione della Penisola Sorrentina.
Ci viene detto che forse rientreremo dalla porta di servizio… In occasione di un aumento di capitale.. Avvilente.

Vogliamo conoscere bene tutto ciò che è accaduto prima di prendere una posizione ufficiale e decidere cosa fare.

Oggi infatti abbiamo trasmesso ai commercialisti che seguono questa società una email in cui chiediamo le motivazioni per cui siamo stati esclusi.
Infatti su Il Mattino di ieri abbiamo letto

“mancano 38 soci all’appello rispetto alle prenotazioni ma si tratta di assenze dovute alla ritardata produzione dei documenti necessari..”

Questo e’falso, almeno per quanto riguarda il nostro gruppo.

Abbiamo consegnato tutti i documenti alle 11 del giorno prestabilito e dopo un’ora abbiamo consegnato le implementazioni che ci sono state chieste.
Da quel momento non abbiamo avuto più alcuna comunicazione fino alla clamorosa comunicazione della esclusione a poche ore dalla costitizione.

Noi non vogliamo essere “cooptati” ma volevamo “partecipare”

Per ora portiamo a casa una esclusione che è una sconfitta per questo progetto, per Gianluigi Aponte e per il principio di coesione in Penisola Sorrentina

Sergio Fedele
Abbac Penisola Sorrentina