Patto fra Comune ed imprenditori per rilanciare il turismo

Sorrento_1911-10-43-21-5585

«Non potevamo restare indifferenti di fronte a questa fondamentale opportunità di rilancio economico del nostro territorio: il Comune è, e resta al fianco degli imprenditori, in particolare degli operatori turistici, perché solo insieme è possibile fare sistema e vincere le sfide della competitività». Così il sindaco Giuseppe Cuomo ha annunciato l’adesione del Comune al distretto turistico che sarà prossimamente istituito in penisola sorrentina.

Ieri mattina l’ok della giunta, che apre nuovi scenari per il turismo nella città del Tasso. L’obiettivo del distretto turistico della penisola sorrentina, d’altra parte, è chiaro: promuoverne l’immagine e migliorarne l’offerta turistica a livello sia nazionale che internazionale. In che modo? Semplice: creando una forte collaborazione tra istituzioni ed imprenditori della filiera turistica accomunati dall’intento di incrementare la competitività del sistema economico, sociale e produttivo dei diversi territori individuati dalla legge. E così, anche nei distretti a vocazione turistico-balneare come quello di Sorrento, sarà istituita una «zona a burocrazia zero», cioè un’area dove le imprese attive nel settore turistico possono beneficiare di maggiori garanzie e certezze giuridiche non solo in riferimento alle opportunità di investimento e di accesso al credito, ma anche in termini di semplificazione e di maggiore celerità nei rapporti con le pubbliche amministrazioni.

 

Prevista l’attivazione di sportelli unici di coordinamento delle attività delle agenzie fiscali e dell’Inps, cui le imprese del distretto possono rivolgersi per la risoluzione di qualunque tipo di problema. Agevolazioni cui si aggiungono bonus fiscali e crediti d’imposta finalizzati ad ampliare le possibilità di investimento degli operatori turistici. Ragion per cui Piergiorgio Sagristani auspica una massiccia adesione al nuovo distretto turistico: «Siamo davanti ad una autentica rivoluzione per il comparto – spiega l’assessore provinciale al Turismo – Specialmente in tempi di crisi, occorre che gli operatori e le istituzioni facciano rete per offrire ai vacanzieri servizi caratterizzati da standard qualitativi sempre più alti. L’auspicio è che questa iniziativa cresca e coinvolga un numero sempre maggiore di soggetti». A raccogliere l’invito è innanzitutto il sindaco di Piano, Giovanni Ruggiero, che annuncia l’ingresso del suo Comune nel distretto turistico della penisola sorrentina: «Nella prossima seduta della giunta, sarà deliberata l’adesione ad un progetto che rappresenta non solo una scelta obbligata in tempi di crisi, ma anche una grande opportunità per rilanciare l’immagine della nostra terra a livello mondiale». Ma cosa ne pensano i diretti interessati? La risposta è affidata a Costanzo Iaccarino, presidente di Federalberghi-Campania: «La semplificazione dei rapporti tra pubbliche amministrazioni ed operatori turistici ci consentirà di avere più tempo da dedicare alla promozione della nostra immagine ed al miglioramento della nostra offerta».