Padre e figlio di Massa Lubrense coltivavano marijuana a Napoli, scoperti grazie al fiuto di un cane poliziotto

Pocho-cane

MASSA LUBRENSE. Mercoledì pomeriggio, nel quartiere Avvocata (Napoli) è stata scoperta una serra artigianale per la coltivazione di marijuana, grazie al fiuto di un cane poliziotto. Due persone, padre e figlio, di 57 e 24 anni, che risultano formalmente residenti a Massa Lubrense sono state denunciate.

 

Durante un giro di pattuglia per le strade del quartiere Avvocata, due agenti del commissariato San Ferdinando, sono stati colpiti da un forte odore di marijuana, ed hanno chiesto l’intervento del reparto cinofili di Napoli. Sul posto è giunto il cane di razza Jack Russel “Pocho”, che ha individuato l’appartamento al primo piano di un vicino edificio. A quel punto gli agenti hanno atteso il ritorno degli occupanti ed hanno proceduto alla perquisizione: nel primo appartamento, intestato al padre, sono state rinvenute tre piante di marijuana di circa 50 cm. Nell’appartamento del figlio sono state trovate 7 bustine contenenti foglie essiccate di marijuana, per un peso di 12 grammi e sequestrati circa altri 80 grammi di marijuana fresca.

RIPRODUZIONE RISERVATA