All’ospedale di Sorrento un polo di chirurgia rigenerativa

chirurgia-rigenerativa-sorrento

SORRENTO. Un polo di medicina e chirurgia rigenerativa per le lesioni cutanee all’ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Sorrento. Presso il presidio costiero grazie a tecniche e apparecchiature di ultima generazione, è ora possibile riparare legamenti, cartilagini, tendini, cute e ossa danneggiati, stimolando l’organismo a ricostituirli. La novità riguarda soprattutto i pazienti alle prese con piaghe da decubito, ulcere e ustioni, ma anche le vittime di traumi che hanno comportato la perdita di tessuto in seguito a un incidente stradale o all’attività sportiva.

Queste persone troveranno all’ospedale di Sorrento un’equipe che interviene per rigenerare i tessuti danneggiati anziché sostituirli grazie all’utilizzo di cellule staminali adulte, in grado di trasformarsi in cellule specializzate per i vari tessuti dell’organismo, o i fattori di crescita presenti nel sangue, capaci di attivare la rigenerazione cellulare. Operazioni effettuate con l’ausilio di moderne apparecchiature come Rigenera, un dispositivo che centrifuga una minima quantità di pelle del paziente, ricavando così microcellule epiteliali che vengono poi spalmate sul tessuto danneggiato per ripararlo.