Ordinanza balneazione, il limite del “mare sicuro” passa da 300 a 200 metri

capitaneria-napoli

SORRENTO. Entrerà in vigore il primo maggio prossimo l’ordinanza che regolerà la sicurezza balneare per la prossima estate. Si tratta di un provvedimento che riguarda gli ambiti territoriali che rientrano nei Comuni di Napoli e di Sorrento: come si ricorderà, infatti, per un mero errore materiale in sede di disciplina degli accosti delle navi da crociera, la competenza sulla costa di Sorrento fu attribuita alla Capitaneria di Porto di Napoli, mentre sia Massa Lubrense che Sant’Agnello, Comuni limitrofi, rientrano nell’ambito giurisdizionale della Capitaneria di Porto di Castellammare. napoli-balneazioneTra le novità contenute nell’ordinanza – come ha spiegato l’ammiraglio Antonio Basile, direttore marittimo della Campania – c’è la riduzione del limite mare sicuro a 200 metri dalla costa (prima era 300 metri). In sostanza ora è possibile nuotare liberamente in mare fino a 200 metri dalla costa, poi sarà necessario utilizzare il palloncino di segnalazione.

Inoltre è stata avviata la collaborazione col Sib (sindacato italiano balneatori) che pubblicherà sul suo portale tutte le modifiche eventuali che la Capitaneria di Porto riterrà necessarie nel corso dell’estate.