Capri Watch, fashion accessories

Ok ai lavori nel Vallone dei Mulini, i 5 Stelle: Stravolta la storia di Sorrento

vallone-mulini

SORRENTO. Concessa l’autorizzazione paesaggistica per i lavori nel Vallone dei Mulini. Interventi che riguarderanno l’edificio che sorge nel canyon che costeggia via Fuorimura e si trova tra via degli Aranci e piazza Tasso. Nulla osta rilasciato dagli uffici comunali che impone comunque una serie di paletti alle opere da eseguire per quello che nel progetto approvato dalla Soprintendenza viene indicato come un lavoro “tendente alla conservazione della fabbriche esistenti”. Nonostante ciò l’imminente apertura del cantiere sta provocando malumori in città. A farsi portavoce delle perplessità di parte della popolazione è Rosario Lotito del Movimento 5 Stelle che ha diffuso la nota che segue:

Il Vallone dei Mulini, uno dei luoghi più fotografati ed amati al modo, che per i sorrentini e Sorrento rappresenta il legame con le origini della nostra città e della nostra storia a breve verrà stravolto, e quel luogo definito incantato dai giornali di tutto il mondo non sarà più così, verrà trasformato, adeguato ed immolato al Dio business. Stamane è stata rilasciata dal Rup dell’ufficio del Paesaggio del Comune di Sorrento alla società il Maccheronificio l’autorizzazione paesaggistica ad eseguire i lavori la quale stabilisce che “per l’adeguamento antisismico dell’edificio, dovrà essere previsto un cordolo di concatenamento, intorno al perimetro delle coperture dell’edificio; 2) per il restauro delle torrette dovranno essere previste delle cerchiature in fibra di carbonio; 3) per la tipologia degli infissi esterni dovrà essere presentato un “abaco” degli infissi e saranno previsti esclusivamente infissi in materiale ligneo; 4) il parametro murario in tufo deve essere pulito con apposite tecniche di restauro; 5) gli intonaci e le pitturazioni interne dovranno essere realizzate in rame.

Ora è ben chiaro a tutti che il vecchio mulino non sarà più quello che siamo abituati a vedere da sempre, quel luogo magico dove affacciarsi significava immergersi nella storia di Sorrento, cambierà totalmente il suo aspetto per far spazio al solito luogo per far soldi e il tutto col beneplacido di un’amministrazione vergognosa, assente, insensibile alla storia e all’amore dei cittadini verso uno dei luoghi più magici del mondo. Una sola parola per tutto questo “vergogna”.