Obbligo del capo barca sui charter, il Tar sospende l’ordinanza

capobarca-noleggio-barche

SORRENTO. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania ha pronunciato un’ordinanza di sospensione dei provvedimenti emessi dalle Capitanerie di Porto di Castellammare di Stabia, Napoli, Salerno e Capri che, sulla base di una circolare emanata del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dallo scorso mese di novembre imponevano la figura del capo barca sulle imbarcazioni a noleggio che navigano nelle acque dei golfi di Napoli e di Salerno.
Un provvedimento che poneva un problema in termini occupazionali, dal momento che il 90 per cento circa degli attuali responsabili di bordo non possiede questo titolo.

“È una vittoria per chi, come noi (il riferimento è ai sindaci della penisola sorrentina che hanno proposto il ricorso insieme ad altri soggetti, ndr), dal primo momento ha alzato la voce per scongiurare il pericolo che tanti posti di lavoro venissero messi a rischio – commenta il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo -. Parliamo, solo per la nostra area, di oltre trecento imbarcazioni per un indotto di circa mille persone. Per la prossima estate, dunque, i turisti potranno continuare ad usufruire dei servizi via mare, trascorrendo indimenticabili giornate tra le acque della penisola sorrentina e della costiera amalfitana”.