Capri Watch, fashion accessories

Nuovo caso di legionella in costiera sorrentina

bed-and-breakfast-domus-san-vincenzo-pallotti-sant-agnello

SANT’AGNELLO. Il sindaco Piergiorgio Sagristani ordina la chiusura della casa di accoglienza religiosa Domus San Vincenzo Pallotti. Nella struttura turistica di Sant’Agnello è stato isolato il batterio della legionella, responsabile di una pericolosa infezione che colpisce l’apparato respiratorio. Alla base del provvedimento del primo cittadino di Sant’Agnello ci sono i controlli effettuati dall’Arpac. In sei degli otto campioni prelevati presso l’attività i tecnici dell’Agenzia regionale hanno riscontrato una “concentrazione elevatissima” di Legionella pneumophila, presumibilmente diffusosi attraverso la rete idrica. Tenendo conto di tali riscontri l’Asl Napoli 3-Sud ha chiesto ed ottenuto l’emanazione di un provvedimento da parte del sindaco Sagristani.

La Domus San Vincenzo, nella quale al momento non ci sono clienti, resterà chiusa fino a quando le controanalisi non avranno escluso la presenza di livelli elevati di legionella. Nel frattempo le suore dell’apostolato cattolico, la congregazione che gestisce la casa di accoglienza, dovranno effettuare la bonifica ambientale dell’intero stabile.

Quello rilevato a Sant’Agnello non è il primo caso di legionella manifestatosi in costiera sorrentina negli ultimi tempi. Il 5 dicembre scorso, infatti, il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo ha dovuto imporre la chiusura di tre stanze dell’Hotel Johanna Park. Anche il quel caso l’Arpac ha rilevato una quantità eccessiva di Legionella pneumophila.