Capri Watch, fashion accessories

Niente raccolta differenziata, a Sorrento verso la sospensione della licenza per i b&b

camionrifiuti

SORRENTO. Sono in corso in queste ore una serie di controlli da parte degli addetti di Penisolaverde, la società di igiene urbana del Comune di Sorrento, congiuntamente agli agenti della polizia locale, sul fronte dei rifiuti depositati in strada in maniera non corretta, sia per orari che per mancata differenziazione dei diversi materiali riciclabili. Dopo le multe elevate grazie alle fototrappole installate lungo via Nastro Verde, negli ultimi rilievi si sta delineando, secondo la relazione firmata dal direttore di Penisolaverde, Luigi Cuomo, una situazione allarmante per quanto riguarda b&b ed affittacamere, con 13 strutture segnalate in pochi giorni, alle quali saranno comminate sanzioni.

Intanto il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, sta verificando la possibilità di sospensione delle attività in caso di reiterazione. “Stiamo attraversando un nuovo periodo di emergenza – spiega il primo cittadino –. Nello scorso fine settimana ci sono volute oltre 48 ore per poter conferire i rifiuti presso l’impianto di Tufino. A settembre, con il fermo programmato dell’impianto di Acerra, ci saranno sicuramente periodi di grave disagio. L’unico modo che abbiamo di fronteggiare tale situazione è quello di diminuire la quantità di rifiuti indifferenziati da inviare agli impianti di smaltimento, effettuando nella maniera corretta la separazione e la differenziazione dei rifiuti. Negli ultimi mesi abbiamo già raggiunto una netta diminuzione, superando il 70% di raccolta differenziata. Siamo determinati ad individuare e a punire quei cittadini e quelle attività che cercano di rendere vani gli sforzi dell’intera collettività”.

Ovviamente i cittadini si aspettano che il pugno duro dell’amministrazione colpisca anche i titolari degli alberghi e dei locali. Molte strutture e tanti esercizi, infatti, non sanno nemmeno cosa sia la raccolta differenziata a giudicare dalla quantità di buste nere lasciate lungo le strade in alcuni punti di Sorrento. Ed in questo il contributo del personale di Penisolaverde può rivelarsi determinante al fine di individuare e punire chi sbaglia.