Niente licenza, stop alla scuola di equitazione

scuola-equitazione

PIANO DI SORRENTO. Stop all’attività della scuola di equitazione ospitata in un centro ippico di via Nastro Azzurro. Lo ha stabilito il Comune di Piano di Sorrento con un’ordinanza del dirigente del settore Attività produttive, Luigi Maresca. La struttura, infatti, risulterebbe sprovvista di licenza amministrativa e della necessaria documentazione igienico-sanitaria. Carenze che sono emerse durante un sopralluogo effettuato dagli agenti della polizia municipale il 21 ottobre scorso.

Al termine delle verifiche nella struttura gestita da una 42enne di Sorrento i vigili hanno accertato che per la scuola di equitazione mancava la licenza amministrativa prevista dal Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza. I controlli amministrativi, infatti, hanno evidenziato che i gestori della scuola di equitazione non avevano chiesto nessuna licenza al Comune né avevano presentato una segnalazione certificata di inizio attività.

Secondo i caschi bianchi di Piano di Sorrento, inoltre, la scuola sarebbe stata sprovvista anche della documentazione igienico-sanitaria. E questo nonostante il Regolamento di polizia veterinaria subordini l’apertura di una stalla all’autorizzazione del sindaco e al possesso di una serie di requisiti precisi, anche per quanto riguarda lo smaltimento degli escrementi dei cavalli.

In base a questa serie di motivazioni, dunque, il Comune ha imposto lo stop alla scuola di equitazione gestita da un’associazione sportiva dilettantistica che fa capo alla 42enne di Sorrento.