Navi di proprietà: Msc supera Maersk. Aponte ne ha 208, il colosso danese 206

Gianluigi Aponte

L’armatore sorrentino sul tetto del mondo. Gianluigi Aponte ha più navi di proprietà del colosso mondiale Maersk: la Mediterranean Shipping Company (Msc) ne ha 208, contro le 206 del gruppo danese. Lo si ricava dal rapporto pubblicato ieri di Axs Alphaliners, le cui statistiche sono un punto di riferimento per lo shipping internazionale.

Oggi il patron di Msc si prepara ad effettuare il sorpasso dell’operatore danese, che detiene ancora il primato a livello mondiale nei trasporti marittimi di merci via container. Il tutto in appena quarant’anni.

Era il 1970 quando Aponte, all’epoca giovane marinaio ed ex impiegato di banca, decideva di acquistare la prima nave da carico, Patricia, ripetendosi l’anno successivo con un’altra ancora più grande a cui diede il nome di sua moglie, Rafaela. Il carrier Ilse arrivava nel 1973.

Queste tre navi erano inizialmente posizionate nel Mediterraneo, in Africa orientale e nel Mar Rosso e alla fine degli anni ’80 si erano già spinte in Nord America e in Australia. Oggi Msc ha 420 uffici in tutto il mondo ed è dotata di una flotta di 480 navi da carico, di cui 374 prese a noleggio, che toccano 306 porti nei cinque continenti.

magnificaQuesto senza considerare Msc Crociere, uno degli operatori leader a livello mondiale con undici navi moderne, nata alla fine degli anni ’80 con la nave Monterey che viene successivamente venduta quando Aponte, in onore del suo mentore, Achille Lauro, decise di rilevare la flotta Lauro.msc

Tornando ai cargo, Msc è il secondo operatore globale con 452 navi (di proprietà e a noleggio) e con una quota di mercato in termini di Teu trasportati (un Teu equivale a un contenitore da venti piedi) del 12,7 per cento, contro il 14,5 per cento di Maersk, che ha 580 unità portacontainer. Segue il gruppo francese Cma-Cgm con una quota dell’8,2 per cento e 401 navi (da citare la presenza nella top-30 del gruppo napoletano Grimaldi, in ventottesima posizione, con una capacità di 49.325 Teus con appena cinque navi tramite la controllata Usa Atlantic Container Line).
Aponte ha però in costruzione altre quaranta unità, di cui la maggior parte di enormi dimensioni (per un totale di 459.286 Teus) contro le 54 di Maersk, con capacità complessiva di appena 344.784 Teus. Inoltre Msc sta crescendo a doppia cifra percentuale (oltre il 20 per cento nel 2010) e conta su una capacità totale di oltre 1,88 milioni di Teus, mentre il leader danese viaggia su un incremento molto più modesto (circa il 5 per cento) con una capacità complessiva di quasi 2,15 Teus.
La classifica internazionale, limitatamente ai primi tre posti, dovrebbe comunque restare invariata nel breve. Secondo indiscrezioni non confermate dalle due società, Maersk Line avrebbe intanto ceduto a Msc tre portacontainer “piccole” da 4.437 Teus (Majestic Maersk, Marie Maersk e Magleby Maersk) costruite all’inizio degli anni Novanta. Questo perché anche i danesi puntano su unità di più grandi dimensioni. Aponte per ora ha il primato con la nuova Msc Daniela, la più grande portacontainer al mondo.