Nave bloccata in porto dalla Guardia Costiera

motovedetta

La Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia nell’ambito dell’attività di Port State Control ha bloccato la nave battente bandiera togolese denominata “Valda”, con quattordici componenti di equipaggio di nazionalità russa. Il provvedimento di fermo è scaturito a seguito dei normali controlli di Psc (Port State Control), la cui sigla indica un tipo di ispezione da effettuare nei porti di scalo e volta ad assicurare che la nave e tutti i sistemi di sicurezza presenti a bordo funzionino correttamente e non siano causa di pericolo per l’equipaggio, per i passeggeri e per l’ambiente marino.

Le convenzioni internazionali, ratificate dai Paesi aderenti, tra cui l’Italia, stabiliscono infatti che per poter approdare nei porti degli Stati convenzionati, tutte le navi devono rispettare degli standard minimi di sicurezza che prevedono, ad esempio: imbarcazioni e zattere di salvataggio, sistemi antincendio, carte e pubblicazioni nautiche, equipaggio in regola con le certificazioni di abilitazione, sistemi antinquinamento ecc.

La procedura di detenzione della nave da parte degli uomini della Guardia Costiera, quindi, è stata adottata in quanto l’unità, successivamente ad ispezione dettagliata effettuata dagli ispettori del nucleo Psc di Castellammare di Stabia, guidati dal capitano di fregata Francesco Scala, risultava essere in condizioni sub-standard secondo le normative internazionali per la sicurezza della navigazione.

Proveniente dalla Turchia con un carico di grano la motonave “Valda” è stata sottoposta a fermo a causa del guasto occorso al circuito di raffreddamento del motore principale, nonché per altre deficienze emerse nel corso della visita ispettiva. Come previsto dalle normative vigenti in ambito internazionale, la navigazione resta preclusa alla motonave fino al momento in cui, a seguito delle verifiche da parte degli ispettori dell’Organismo Riconosciuto dallo Stato di bandiera della nave, il personale dipendente del nucleo Psc di Castellammare di Stabia tornerà a bordo della nave al fine di verificare la bontà dell’intervento tecnico necessario alla eliminazione delle deficienze riscontrate in sede di ispezione. Solo a seguito di tali verifiche e controlli la motonave Valda potrà navigare in sicurezza per il prossimo porto di approdo.

Il nucleo Psc della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, guidata dal capitano di fregata Guglielmo Cassone ha ottenuto eccellenti risultati nel corso del 2016 nell’opera di contrasto alle “carrette del mare”, contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo nazionale di ispezioni fissato dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (Emsa).