Muratore di Piano arrestato per estorsione ed usura

usura

PIANO DI SORRENTO. Un insospettabile operaio edile di 60 anni nei guai perché implicato in una vicenda di estorsione ed usura. L’uomo, R.M., residente a Piano di Sorrento e che risulta essere incensurato, è finito da tempo nel mirino della Procura della Repubblica di Torre Annunziata che, nei giorni scorsi, ha richiesto per lui la detenzione ai domiciliari.

L’inchiesta, condotta dai carabinieri di Piano di Sorrento, è partita alcuni mesi fa dalla denuncia di una vittima. Alla base ci sarebbe un giro di prestiti con interessi del 20 per cento. I movimenti in denaro, in base ai riscontri, ammonterebbero a cifre variabili tra i 600 ed i 5mila euro. Fin qui l’ipotesi dell’usura. Poi ci sono le intercettazioni di alcune conversazioni telefoniche tra il 60enne e la vittima nelle quali vengono utilizzate parole pesanti per chiedere il rimborso dei prestiti e degli interessi, tanto da portare anche all’iscrizione nel registro degli indagati per il reato relativo all’estorsione.

Nei giorni scorsi il gip del Tribunale di Torre Annunziata ha firmato l’ordinanza relativa agli arresti domiciliari. Intanto il legale di R.M. ha presentato ricorso al Riesame.