Muore dopo un incidente, spariscono casco e portafogli: denuncia dei genitori

incidenteIvoDeGregorio1

MASSA LUBRENSE. Già il perdere un figlio per le conseguenze di un incidente stradale è un evento drammatico, che segna la vita dei genitori. Ma lo scoprire che i suoi effetti personali sono stati sottratti durante le concitate fasi dei soccorsi è un oltraggio che non può essere digerito.

È per questo che un paio di giorni fa Agostino De Gregorio, un uomo di Massa Lubrense, ha presentato una formale denuncia contro ignoti presso la stazione dei carabinieri di Sorrento. Uno dei suoi due figli, Ivo, il 10 novembre scorso è rimasto coinvolto in un incidente lungo via Capo, al confine tra Sorrento e Massa Lubrense, mentre era a bordo del proprio scooter. Il 47 enne viene prima trasportato al Santa Maria della Misericordia e poi trasferito al Cardarelli di Napoli a causa delle sue disperate condizioni cliniche.

Sono questi i momenti in cui scompaiono il portafogli dell’uomo, contenente denaro e documenti, il telefono cellulare ed anche il casco che indossava al momento dello schianto. Il 5 dicembre Ivo De Gregorio muore ed i genitori, affranti dal dolore, si preoccupano solo di tributargli l’estremo saluto. Poi tentano di recuperare i suoi effetti personali e si rendono conto che sono introvabili.

Dopo oltre un mese di vane ricerche la decisione di presentare la denuncia, perché, come spiega lo stesso Agostino De Gregorio “quegli oggetti per me e mia moglie hanno un valore sentimentale” ed anche “per rispettare il ricordo di mio figlio al quale tutto ciò apparteneva ed era caro”.