Multe, se il ticket per la sosta è scaduto la sanzione è illegittima

Multa-123

La notizia arriva dal web a farà felici milioni di automobilisti.

Avete presente quando si prende il ticket per la sosta, ma si sfora l’orario. Vigili e ausiliari del traffico si catapultano sul posto e in pochi secondi ecco la multa sul parabrezza.

 Ecco tutto questo è illegale. La multa, che spesso ammonta intorno ai 40 euro, è illegittima. È da oggi che un parere tecnico-legale emanato dal Ministero delle Infrastrutture ha decretato che “Se la sosta, viene effettuata omettendo l’acquisto del ticket orario, deve essere necessariamente applicata la sanzione. Se invece viene acquistato il ticket, ma la sosta si prolunga oltre l’orario di competenza non si applicano sanzioni ma si da corso al recupero delle ulteriori somme dovute”. In sintesi, se il ticket è scaduto non può esserci multa perché non esiste una che preveda la sanzione. Sono numerosi i giudici di pace che nell’ultimo periodo hanno dato ragione a automobilisti infuriati che si sono rifiutati di pagare le multe.

L’ultimo in ordine di tempo, è stato quello di Lecce: un automobilista salentino, informato sull’assenza di norma che regoli questo tipo di infrazione, si è rivolto all’autorità giudiziaria per vedersi riconosciuta la non regolarità e, quindi, l’inefficacia della sanzione elevata in suo danno per la cifra di 30 euro. La multa è quindi legittima in assenza del ticket orario (o del “gratta e sosta”) regolarmente acquistato, ma non lo è dal momento in questo è scaduto. In quel caso l’unica cosa che l’automobilista è tenuto a fare, è pagare le ore di sosta mancanti.

RIPRODUZIONE RISERVATA