Capri Watch, fashion accessories

Morte di Andrea Ferraro dopo 3 ricoveri, oggi l’autopsia

andrea-ferraro

VICO EQUENSE. È in programma oggi l’autopsia sul corpo di Andrea Ferraro, l’operaio di 63 anni di Vico Equense morto dopo tre ricoveri e l’intervento chirurgico all’anca. L’esame potrebbe rivelarsi decisivo per stabilire le responsabilità dei tre medici indagati per il decesso dopo la denuncia della moglie e del figlio della vittima. I sanitari nel mirino della magistratura, due ortopedici ed un anestesista, sono tutti dipendenti dell’ospedale “Villa Malta” di Sarno, dove l’uomo è stato operato per la sostituzione della protesi all’anca danneggiata in seguito ad una caduta accidentale.

Il 63enne era arrivato al presidio del Salernitano dopo essere stato ricoverato al “De Luca e Rossano” di Vico Equense ed al “Santa Maria della Misericordia” di Sorrento. Per questo la Procura sta valutando anche la posizione di altri camici bianchi che hanno avuto in cura l’operaio e, nel caso si ipotizzi il coinvolgimento di altri soggetti l’autopsia potrebbe slittare per dare modo a tutte le parti coinvolte di nominare un proprio consulente di fiducia.

Mentre si cerca di fare luce sulla morte dell’uomo di Vico Equense, la vicenda è destinata a finire sotto i riflettori della politica. “Porterò il caso di Andrea Ferraro all’attenzione della commissione regionale Sanità – annuncia Francesco Emilio Borrelli dei Verdi – bisogna fare chiarezza sull’accaduto e verificare se la morte di Ferraro poteva essere evitata”.